Novità e notizie

WORKSHOP

Un ragazzo in tesi di laurea ci ha chiesto il nostro aiuto per un
eccellente progetto.
Conosciamolo e sosteniamolo! Ci troviamo in sede venerdì prossimo 18
gennaio ore 15! Conferma la tua presenza rispondendo alla mail che ti abbiamo inviato.
In fondo qualche spiegazione su come sarà strutturato il pomeriggio.
Grazie.
Ivan Galiotto
Presidente Territoriale UICI Modena

WORKSHOP
Obiettivo
Farsi suggerire da gli utenti problematiche, desideri, necessità
precise, cercando di farli immedesimare in situazioni concrete del
loro rapporto con la città
Struttura workshop
1) Presentazione personale (3 min)
Chi sono, cosa studio, di cosa mi occupo
2) Presentazione progetto ( 5 min)
Breve spiegazione dei concetti di smart city e open data, spiegazione
concept progetto
3) Definizione obiettivo workshop ( 2 min)
Viene spiegato qual è l’obiettivo finale di questo workshop
4) Presentazione dei partecipanti (10 min)
Presenta te stesso e raccontami cosa significa città accessibile
5) Dibattito smartphone e tecnologie digitali (10 min)
Utilizzate smartphone? Telefoni e altre tecnologie digitali possono
aiutarti nel superare gli ostacoli e problemi di una città? rtphone? Telefoni e altre tecnologie digitali possono
aiutarti nel superare gli ostacoli e problemi di una città?

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

CONTRATTO DI CONVENZIONE SANITARIA

CONTRATTO DI CONVENZIONE SANITARIA TRA Lo Studio Medico del dottor Ezio
Bergamini, sito a Modena in Via Maria Vellani Marchi n° 50 tel.
059/358788 Fax. 059/2921767 e-mail: studio medico@eziobergamini.it web:
www.eziobergamini.it E l’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti
ONLUS-APS sezione territoriale di Modena “Mariangela Lugli” con sede
legale a Modena in Via Don Lorenzo Milani n° 54.
Premesso che lo Studio Medico del Dott. Ezio Bergamini offre prestazioni
e servizi prevalentemente agli utenti di carattere
ostetrico-ginecologico considerato che in oltre 30 anni di attività
l’impegno dello Studio Medico del Dottor Ezio Bergamini è sempre stato
improntato al raggiungimento di un livello di qualità sempre maggiore
delle prestazioni erogate ed all’organizzazione delle procedure atte a
migliorare gli standard qualitativi. In un contesto “sanitario” sempre
in continua evoluzione permane questa esigenza e la sensibilità di
approcciarsi alla competenza ed alla conoscenza del paziente e delle sue
richieste tra le parti si propone di stipulare una convenzione che preveda:
Art. 1 – Oggetto della convenzione Con il presente accordo (di seguito
denominato il “Contratto”) lo Studio Medico del Dott. Ezio Bergamini
s’impegna ad offrire a tutti i soci (ed i familiari) dell’Unione
Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti ONLUS-APS sezione territoriale di
Modena “Mariangela Lugli” l’erogazione dei seguenti servizi e
prestazioni a tariffe agevolate così come riportato nell’allegato n. 1).
OMISSIS
Art. 3 – Identificazione del socio UICI Modena Lo sconto verrà applicato
a fronte di presentazione della tessera associativa UICI valida per
l’anno in corso o dichiarazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli
Ipovedenti ONLUS-APS di Modena che attesti l’iscrizione valida al
momento della prestazione.
Art. 4 – Onorari
Gli assistiti che, per accedere alle prestazioni medico-sanitarie
intendano avvalersi dello Studio Medico del Dottor Ezio Bergamini,
potranno usufruire delle tariffe agevolate riconosciute e saranno
tenuti al pagamento in proprio per i servizi a loro erogati.
OMISSIS

Allegato n. 1)
TABELLA RIEPILOGATIVA
(TARIFFE in convenzione UICI MODENA – Dott. Ezio Bergamini) Prezzi
Prestazioni Convenzione UICI Modena ONLUS-APS anno 2019
• Semplice colloquio PMA
(Procreazione Medicalmente Assistita) € 100,00
• Colposcopia (con esecuzione biopsia) € 80,00
• Visione esami gratis
• Visita ginecologica con ecografia di supporto € 90,00
• Pap test in fase liquida € 30,00
• Visita di controllo dopo terapia € 50,00
• Applicazione Nexplanon
(impianto contraccettivo sottocutaneo) € 120,00
• Rimozione Nexplanon
(impianto contraccettivo sottocutaneo) € 150,00
• HPV Test (Human Papilloma Virus) € 80,00
• Amniocentesi € 480,00
• Amniocentesi con QF (risposta rapida) € 590,00
• Monitoraggio del follicolo - esame unico € 50,00
• Monitoraggio del follicolo – successivo € 50,00
• Monitoraggio del follicolo x PMA (pz studio) € 80,00
• Monitoraggio del follicolo x PMA (pz occasionali) € 100,00
• Visita ostetrica con ecografia di supporto
(pz occasionali) € 100,00
• Ecografia ginecologica (pz occasionali) € 100,00
• Visita PMA (I^ visita Centro EUBIOS) € 360,00
• Intervento laser € 300,00/500,00
• MonnaLisa Touch laser € 300,00
• Ecografia morfologica (II° livello) € 180,0

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

La mente creativa e il cervello plastico

La mente creativa e il cervello plastico. Un confronto tra vedenti e non vedenti per capire come il pensiero e il cervello si riorganizzano quando la visione viene a mancare.
Si stima che il 30% della corteccia cerebrale sia dedicato a processi visivi (contro il 7% del tatto e il 3% dell’udito), e la vista sembra avere un ruolo importante nei processi mentali che ci permettono di orientarci nello spazio, immaginare, decidere e persino pensare in astratto e memorizzare. Che cosa succede al cervello e al nostro pensiero quando la vista viene a mancare? Ebbene, i processi cognitivi e cerebrali si riorganizzano per far fronte ad un mondo senza vista, in modi a volte creativi e sorprendenti. Le neuroscienze della cecità negli ultimi anni hanno cercato di scoprire e descrivere questi processi di trasformazione dimostrando come il cervello di un vedente e quello di un non vedente siano allo stesso tempo profondamente diversi e incredibilmente simili. Il progetto a cui vi proponiamo di collaborare ha due obbiettivi principali. Il primo è quello di scoprire in che modo i processi di pensiero e il sistema concettuale umano si riorganizza nei non vedenti (sia congeniti che acquisiti) per lavorare con efficienza in mancanza della vista. Le aree della conoscenza che stiamo indagando vanno dalla matematica alla percezione di voci e suoni, dal tatto al pensiero astratto, alla memoria. Il secondo obbiettivo è quello di capire come il cervello renda possibili questi adattamenti e scoprire i limiti e le possibilità della plasticità cerebrale. I nostri studi richiedono ai partecipanti di portare a termine compiti molto semplici e privi di rischi. I partecipanti possono decidere se partecipare a studi comportamentali nella loro città d’origine e/o visitare i nostri centri di ricerca a Milano e Trento per partecipare a studi di immagine cerebrale, in cui è possibile fare una “fotografia” del cervello in azione. Il progetto di ricerca è finanziato dall’Unione Europea e si avvale della collaborazione di diversi scienziati nelle università di Trento, Trieste, Chicago (USA), Montreal (Canada) e dell’Istituto Neurologico Besta di Milano. Comprendere i limiti e le potenzialità della plasticità cerebrale è di primario interesse scientifico per aumentare la nostra conoscenza della natura umana e ha importanti ricadute mediche, tecnologiche e sociali che possono avere un impatto positivo nella vita di molte persone. Il progetto di ricerca è al suo terzo anno di attività, ed in pieno svolgimento. In questi anni abbiamo collaborato con successo con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Milano, Trieste, Savona, Cuneo, Torino, Trento e L’istituto dei Ciechi di Milano. Più di 100 non vedenti hanno partecipato ai nostri studi e continuano a parteciparvi. In collaborazione con le diverse UCI abbiamo organizzato incontri pubblici sulle neuroscienze della cecità e i nostri ricercatori hanno partecipato a corsi di formazione parlando della conoscenza sensoriale in vedenti e non vedenti. Vorremmo ripetere questa esperienza di collaborazione in altre città del nord Italia, poiché la partecipazione di persone non vedenti alle nostre ricerche è di fondamentale importanza, e più volontari partecipano ai nostri studi e più possibilità abbiamo di raggiungere i nostri obbiettivi. Se volete saperne di più e magari organizzare un incontro con alcuni ricercatori nella vostra sezione non esitate a contattarci scrivendo a lorenzo.vignali88@gmail.com Oppure potete contattare Lorenzo Vignali al numero 349 7496460. A questo link potete trovare la descrizione del nostro laboratorio a all’Università di Trento nel Centro Interdipartimentale Mente e Cervello (https://sites.google.com/site/collignonlab/home). Vi ringraziamo per la vostra disponibilità. Un cordiale saluto, Laboratorio di Plasticità cerebrale e cross-­‐modale CIMeC – Università degli Studi di Trento
Chi fosse interessato a questo progetto può rispondere a questa mail e sarà messo in contatto con i referenti.
Cordialmente.
Ivan Galiotto
Presidente Territoriale UICI Modena

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Importi anno 2019 pensioni ed indennità INVCIV ciechi civili, invalidi civili e sordi

COMUNICATO N. 2
Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Care amiche, cari amici,

con Circolare INPS N. 122 del 27 dicembre 2018- Rinnovo pensioni 2019 sono stati resi noti gli importi delle prestazioni a carattere assistenziale a favore dei ciechi civili, degli invalidi civili e dei sordi per l’anno 2019.

Fonte normativa di riferimento:
Decreto Ministro dell’Economia e delle finanze, di concerto con il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, del 16 novembre 2018 (GU n. 275 del 26/11/2018).
Nota bene: Il rinnovo delle pensioni, contenuto nella Circolare INPS n. 122/2018, è stato effettuato sulla base della normativa vigente in materia di rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici e assistenziali. Le possibili variazioni economiche per l’INValidità CIVile susseguenti all’entrata in vigore della legge di bilancio del 2019 e all’emanazione del relativo decreto attuativo sulla pensione di cittadinanza 2019 saranno eventualmente oggetto di una ulteriore Circolare INPS, di cui daremo tempestiva notizia.

Pensione e indennità per ciechi civili (fasce dalla 6 alla 19)
Allegato 2, Tabella M.1 (M.1.1, fino a M.1.8- pp. 28 e 29)
Le pensioni e il limite di reddito personale lordo annuale sono aumentati previsionalmente, rispetto allo scorso anno, dello 0,9 per cento.
Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione: Euro 16.814,34
Pensione per i ciechi assoluti maggiorenni ricoverati, e i ciechi parziali ventesimisti minorenni e maggiorenni, ricoverati e non: Euro 285,66
Pensione per i ciechi assoluti maggiorenni non ricoverati: Euro 308,93
Limite di reddito personale annuo per gli ipovedenti gravi (decimisti) con solo assegno a vita a esaurimento: Euro 8.083,89
Assegno a vita a esaurimento: Euro 212,01

Le indennità speciale e di accompagnamento sono aumentate previsionalmente, rispetto allo scorso anno, dello 0,65 per cento.
Indennità di accompagnamento per ciechi assoluti minorenni e maggiorenni, ricoverati e non: Euro 921,13
Indennità speciale per ciechi parziali minorenni e maggiorenni, ricoverati e non: Euro 210,61
(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento sono indipendenti dai redditi.

Pensione ed indennità per i sordi (fasce dalla 20 alla 26)
Allegato 2, Tabella M.2 (M.2.1, fino a M.2.3- pag. 30)
Le pensioni e il limite di reddito personale lordo annuale sono aumentati, rispetto allo scorso anno, dello 0,9 per cento.
Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione sordi: Euro 16.814,34
Pensione per i sordi maggiorenni, ricoverati e non (fino ai 67 anni, da compiere): Euro 285,66
Al compimento dei 67 anni*, la Pensione di sordità si trasforma in Assegno sociale sostitutivo (nel rispetto dei medesimi limiti reddituali).
*Innalzamento a 67 anni, per effetto dell’aumento della speranza di vita (+5 mesi), dal 1° gennaio 2019.

L’indennità di comunicazione è aumentata previsionalmente, rispetto allo scorso anno, dello 0,65 per cento.
Indennità di comunicazione per sordi minorenni e maggiorenni, ricoverati e non: Euro 256,89
(*) Nota bene l’indennità di accompagnamento è indipendente dai redditi.

Pensione e indennità per invalidi civili (fasce 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 38, 39, 40, 41 42, 43, 44, 45 e 46 e fasce 47, 49 e 50 per indennità di frequenza)
Allegato 2, Tabella M.3 (M.3.1, fino a M.3.6- pp. 31 e 32)
Le pensioni e il limite di reddito personale lordo annuale sono aumentati, rispetto allo scorso anno, dello 0,9 per cento.
Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla pensione di invalidità civile totale al 100 per cento: Euro 16.814,34
Pensione per gli invalidi civili totali maggiorenni (fino ai 67 anni, da compiere), ricoverati e non: Euro 285,66
Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto all’assegno di assistenza per l’invalidità civile parziale (pari o superiore al 74 per cento, fino al 99 per cento): Euro 4.906,72.
Nota Bene: potrebbe interessare ai soggetti ipovedenti gravi, che si vedono riconosciuta dalla Commissione per l’invalidità civile, una invalidità di almeno il 74 per cento. Non dimentichiamo che gli ipovedenti gravi sono sì “non vedenti”, ma non “ciechi civili”.
Assegno mensile di assistenza per invalidi civili parziali maggiorenni (fino ai 67 anni, da compiere), ricoverati e non: Euro 285,66

Al compimento dei 67 anni*, la Pensione di invalidità e l’Assegno mensile di assistenza si trasformano in Assegno sociale sostitutivo.
Limite di reddito personale lordo annuo per la trasformazione della Pensione di invalidità civile totale al 100 per cento: Euro 16.814,34
Limite di reddito personale lordo annuo per la trasformazione dell’Assegno mensile di assistenza per invalidi civili parziali: Euro 4.906,72
Assegno sociale sostitutivo: Euro 372,98
*Innalzamento a 67 anni, per effetto dell’aumento della speranza di vita (+5 mesi), dal 1° gennaio 2019.

Le indennità di accompagnamento e di frequenza sono aumentate previsionalmente, rispetto allo scorso anno, dello 0,65 per cento.
Indennità di accompagnamento per invalidi civili totali minorenni e maggiorenni, non ricoverati gratuitamente: Euro 517,84
Nota bene: In caso di ricovero oltre il 29esimo giorno, gratuito a carico del SSN, l’invalido civile totale titolare di indennità di accompagnamento dovrà darne comunicazione all’INPS, perché venga sospesa l’erogazione dell’accompagno.

Indennità di accompagnamento per invalidi civili parziali, per effetto della concausa della cecità parziale (Corte Costituzionale n. 346/1989): Euro 517,84
(*) Nota bene l’indennità di accompagnamento è indipendente dai redditi.

Limite di reddito personale lordo annuo per il diritto alla indennità di frequenza invalidi civili parziali minorenni fino al compimento di 18 anni (invalidità pari o superiore al 74 per cento, fino al 99 per cento): Euro 4.906,72.
Nota Bene: potrebbe interessare ai minori ipovedenti gravi, che si vedono riconosciuta dalla Commissione per l’invalidità civile, una invalidità di almeno il 74 per cento. Non dimentichiamo che i minori ipovedenti gravi sono sì “non vedenti”, ma non “ciechi civili”.
Indennità di frequenza: Euro 285,66
Nota bene: In caso di ricovero del minore titolare dell’indennità di frequenza oltre il 29esimo giorno, il genitore dovrà darne comunicazione all’INPS, perché venga sospesa l’erogazione dell’indennità (legata alla presenza a scuola).
Nota Bene: L’indennità di frequenza è prevista anche per i minori, da 0 a 3 anni, che frequentino l’asilo nido (Corte Costituzionale n. 467/2002. Messaggio INPS n. 9043 del 25/05/2012). La presenza dei minori presso le comunità di tipo familiare non è incompatibile con l’erogazione dell’indennità di frequenza. Infatti, le comunità famiglia (in base alla normativa in materia ex legge 328 del 2000 e decreto 308 del 2001) risultano caratterizzate da funzioni di accoglienza a bassa intensità assistenziale. Hanno, altresì, diritto all’indennità di frequenza anche i minori stranieri titolari di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno (Corte Costituzionale n. 22/2015. Messaggio INPS.HERMES.20-10-2015.0006456).

Richiamiamo l’attenzione sulle seguenti ulteriori informazioni utili:
Per i titolari di prestazioni INValidità CIVile con revisione sanitaria scaduta.
Fonte normativa di riferimento: art. 25, comma 6-bis, decreto legge n. 90 del 24 giugno 2014, convertito dalla legge n. 114 dell’11 agosto 2014 (cosiddetto “decreto semplificazioni”)
I titolari di prestazioni INVCIV in attesa di revisione conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefìci, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura.
Pertanto, per le prestazioni a favore di invalidi civili, ciechi civili e sordi, per le quali nell’anno 2019, risulti memorizzata nel database una data di revisione sanitaria, il pagamento è comunque impostato anche per le mensilità successive alla data di scadenza della revisione, senza la Commissione sanitaria abbia ancora provveduto alla convocazione a visita.
Calendario del pagamento delle provvidenze economiche.
Fonte normativa di riferimento: art. 1, comma 184, legge n. 205 del 27 dicembre 2017 (legge di bilancio del 2018)
I pagamenti dei trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento INVCIV, le rendite vitalizie dell’INAIL vengono effettuati il primo giorno bancabile di ciascun mese o il giorno successivo se si tratta di giornata festiva o non bancabile, con un unico mandato di pagamento, fatta eccezione per il mese di gennaio nel quale l’erogazione viene eseguita il secondo giorno bancabile (Nota Bene: Il conto corrente per le pensioni previdenziali- Vecchiaia e Trattamento anticipato di anzianità- e quello per le prestazioni assistenziali INVCIV deve coincidere, in quanto è sempre l’INPS che provvede al pagamento per entrambe le tipologie di emolumenti).
Neomaggiorenni titolari di indennità di accompagnamento e di comunicazione. Minorenni titolari di indennità di frequenza, che diventano maggiorenni
Fonte normativa di riferimento: art. 25, commi 5 e 6, del decreto legge n. 90 del 24 giugno 2014, convertito dalla legge n. 114 dell’11 agosto 2014.
Fonte amministrativa INPS: Messaggi INPS n. 6512 del 8/8/2014 e n. 7382 del 1/10/2014; Circolare INPS n. 10 del 23/01/2015
I neomaggiorenni titolari di indennità di accompagnamento e di comunicazione non sono sottoposti a nuova visita al compimento del 18esimo anno di età; le relative pensioni INVCIV verranno concesse in automatico, previa presentazione della dichiarazione reddituale AP70 da parte del soggetto cieco totale o invalido civile al 100 per cento, al compimento della sua maggiore età, per la verifica dei limiti reddituali.
Ai minori già titolari di indennità di frequenza, che abbiano provveduto a presentare il modello AP70 entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età, è riconosciuto in via provvisoria, al compimento del 18esimo anno di età, l’assegno mensile di assistenza per invalidi civili parziali maggiorenni. Nota bene: Rimane ferma la circostanza per cui, al raggiungimento della maggiore età, l’interessato invalido civile parziale sarà tenuto ad inviare, tempestivamente, all’INPS la domanda di accertamento delle proprie condizioni invalidanti presso la Commissione collegiale per l’invalidità civile. Nel malaugurato caso in cui, in sede di accertamento medico-legale, venisse riconosciuta all’interessato neomaggiorenne una percentuale di invalidità inferiore al 74 per cento (limite minimo percentuale per l’assegno di assistenza), l’INPS procederà alla ripetizione di tutte le somme corrisposte provvisoriamente dopo il compimento della maggiore età.

Maggiorazioni sociali per ciechi civili (Circolare INPS N. 122 del 27/12/2018, Allegato 2, pag. 27 e a seguire pp. 34 - 39) Misure di incremento della Pensione INVCIV per Ciechi civili che versino in situazioni reddituali personali e/o familiari particolarmente disagiate, quindi con un reddito annuo bassissimo.
Invitiamo a prestare la massima attenzione all’Allegato n. 1 al presente comunicato.
Abbiamo infatti simulato alcune situazioni di indigenza personale e/o familiare, facili da ritrovare anche tra i nostri soci ciechi civili (quindi titolari di pensione INVCIV), che darebbero diritto all’incremento della loro pensione INVCIV (Nota bene, i cd “Diritti inespressi” sulla pensione INVCIV: la somma aggiuntiva, sostanzialmente, non viene automaticamente erogata dall’INPS a meno che il cieco civile non abbia avanzato apposita domanda documentata- esposizione della propria posizione reddituale tramite l’ultimo modello 730 o UNICO, ovvero una autodichiarazione a reddito Zero se in assenza di altri redditi oltre a quelli già noti all’INPS-, alla quale può conseguire il ricalcolo della pensione con le somme dovute).
Non sono infrequenti, infatti, casi di nuclei familiari, dove, ad esempio il marito (o parimenti la moglie) sia cieco civile e titolare solo di provvidenze INVCIV e la moglie casalinga o disoccupata o, al massimo, che percepisca la sola pensione sociale.
In tali casi, il reddito familiare sarà certamente molto basso e, pertanto, l’interessato titolare di pensione INVCIV potrà ottenere dall’INPS, a domanda tramite la presentazione di una Ricostituzione pensione per motivi reddituali (allegando la dichiarazione reddituale e, ad ogni buon conto, anche il verbale di riconoscimento di cecità civile), un incremento economico della medesima prestazione INVCIV, secondo le misure sotto riportate.
Il testo della circolare INPS N. 122/2018, completo di Tabella Rinnovo pensioni 2019, è consultabile all’Allegato n. 2 del presente comunicato.
Vive cordialità.
Mario Barbuto
Presidente Nazionale

LAPR (EC/ec)
S:\LAVORO E PREVIDENZA\CECCARELLI\CIRCOLARI AL EC\IMPORTI PROVVIDENZE\2019\IMPORTI 2019 PER PENSIONI E INDENNITÀ INVCIV.DOC

Allegato n. 1

Calcolo dell’aumento pensione INVCIV previsto dall’art. 67 della Legge N. 448 del 1998 (Circ. INPS 122/2018, Allegato 2 Tabella L pag. 27)
Requisiti richiesti:
a) status visivo: cecità totale e parziale

b) età: nati prima del 1° gennaio 1931 - ciechi totali ricoverati (fasce 6, 11) e ciechi parziali (fasce 8, 12, 13, 16 e 17)

c) limite reddito: se pensionato solo, il limite di reddito deve essere inferiore a Euro 3.801,59; se pensionato coniugato, il limite reddituale familiare deve essere inferiore a Euro 15.800,77*

(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento non costituiscono reddito.
d) aumento: di Euro 72,29 mensili, che si riducono proporzionalmente, se pensionato solo fino al
limite di reddito di Euro 4.741,36, se pensionato coniugato fino al limite di reddito di Euro 16.740,54.

a) status visivo: cecità totale

b) età: nati prima del 1° gennaio 1931 - ciechi totali non ricoverati (fasce 7 e 10)

c) limite reddito: se pensionato solo, il limite di reddito deve essere inferiore a Euro 3.801,59; se pensionato coniugato, il limite reddituale familiare deve essere inferiore a Euro 15.800,77.

(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento non costituiscono reddito.
d) aumento: di Euro 55,79 mensili, che si riducono proporzionalmente, se pensionato solo fino al
limite di reddito di Euro 4.741,36, se pensionato coniugato fino al limite di reddito di Euro 16.740,54.

a) status visivo: cecità totale e parziale

b) età: ultrasessantacinquenni nati dopo il 31 dicembre 1930 - ciechi totali e ciechi parziali (fasce 6,7, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 16 e 17)

c) limite reddito: se pensionato solo, fino a Euro 4.848,74; se pensionato coniugato, il limite reddituale deve essere inferiore a Euro 10.802,61*

(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento non costituiscono reddito.
d) aumento di Euro 72,79 mensili, che si riducono proporzionalmente, se pensionato solo fino al limite di reddito di Euro 5.788,51, se pensionato coniugato fino al limite di reddito di Euro 11.742,38.

Aumento della pensione INVCIV previsto dall’art. 70, comma 6, della Legge 388/2000- Finanziaria 2001 (Circ. INPS 122/2018, Allegato 2, Tabella M4 pag. 34)
Requisiti richiesti:
a) status visivo: cecità totale e cecità parziale (fasce 6,7, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 16 e 17)

b) età minima: non è previsto alcun limite di età

c) limite reddito: se pensionato solo, Euro 6.088,16; se pensionato coniugato, il limite reddituale deve essere inferiore a Euro 12.757,29*

(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento non costituiscono reddito.
d) aumento di Euro 10,33 mensili. L’aumento è spettante se non vengono superati i limiti di reddito.

Incremento al milione previsto dall’art. 38 della Legge 448/2001 – Finanziaria 2002, modificato dall’art. 5, comma 5, della Legge N. 127/2007) (Circ. INPS 122/2018, Allegato 2, Tabella M5 pp. 35-39)
I soggetti pensionati particolarmente indigenti possono richiedere un aumento mensile della pensione INVCIV fino ad un massimo di Euro 649,45.
Requisiti richiesti:
d) status visivo: cecità totale e cecità parziale

e) età minima: per i ciechi totali 60 anni (fasce 6,7,10 e 11), per i ciechi parziali 70 anni ( fasce 8, 12, 13, 16 e 17)

f) limite reddito: se pensionato solo, Euro 8.442,85; se pensionato coniugato, il limite reddituale deve essere inferiore a Euro 14.396,72*

(*) Nota bene le indennità speciale e di accompagnamento non costituiscono reddito.

Modalità di calcolo:
L’entità dell’erogazione, che va valutata caso per caso, sarà tale da portare in ogni caso la pensione INVCIV dell’interessato alla cifra complessiva di Euro 649,45 mensili.
Al fine di agevolare la valutazione, sono di seguito riportate le principali casistiche che potrebbero presentarsi in Sezione:
Ad es.
il cieco totale ricoverato tra i sessanta e i sessantacinque anni (fasce 6, 11), solo e con reddito basso percepirà una somma aggiuntiva mensile di Euro 363,79, oltre alla pensione di Euro 285,66, per arrivare al limite reddituale personale annuale di Euro 8.442,85 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 285,66, il calcolo sarà il seguente: Euro 285,66 + somma aggiuntiva di Euro 363,79 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85);
il cieco totale ricoverato tra i sessanta e i sessantacinque anni (fasce 6, 11), coniugato e con un reddito familiare basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 363,79, oltre alla pensione di Euro 285,66, che concorrerà al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 285,66 e la moglie è titolare di assegno sociale (che per il 2019 è pari a Euro 457,99), il calcolo sarà il seguente: Euro 285,66 + somma aggiuntiva di Euro 363,79 = totale personale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità e sommato all’assegno sociale di Euro 457,99 della moglie sempre per 13 mensilità darà un reddito familiare annuale di Euro 14.396,72);

il cieco totale non ricoverato tra i sessanta e i sessantacinque anni (fasce 7, 10), solo e con un reddito basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 340,52, oltre alla pensione di Euro 308,93, per arrivare al limite reddituale personale annuale di Euro 8.442,85 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93, il calcolo sarà il seguente: Euro 308,93 + somma aggiuntiva di Euro 340,52 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85);
il cieco totale non ricoverato tra i sessanta e i sessantacinque anni (fasce 7, 10), coniugato e con un reddito familiare basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 340,52, oltre alla pensione di Euro 308,93, per arrivare al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93 e la moglie è titolare di assegno sociale (che per il 2019 è pari a Euro 457,99), il calcolo sarà il seguente: Euro 308,93 + somma aggiuntiva di Euro 340,52 = totale personale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità e sommato all’assegno sociale di Euro 457,99 della moglie sempre per 13 mensilità, darà un reddito familiare annuale di Euro 14.396,72).

il cieco totale ricoverato ultrasessantacinquenne (fasce 6, 11) e il cieco parziale ultrasettantenne (fasce 8, 12, 13, 16 e 17), soli e con reddito basso percepiranno una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 291,50, oltre alla pensione di Euro 357,95 [data da Euro 285,66 INVCIV+ Euro 72,29 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale personale annuale di Euro 8.442,85 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 285,66, incrementata di Euro 72,29 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, il calcolo sarà il seguente: Euro 357,95 + somma aggiuntiva di Euro 291,50 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85);
il cieco totale ricoverato ultrasessantacinquenne (fasce 6, 11) e il cieco parziale ultrasettantenne (fasce 8, 12, 13, 16 e 17), coniugati e con reddito familiare basso percepiranno una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 291,50, oltre alla pensione di Euro 357,95 [data da Euro 285,66 INVCIV+ Euro 72,29 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 285,66, incrementata di Euro 72,29 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, e la moglie è titolare del solo assegno sociale (che per il 2019 è pari a Euro 457,99), il calcolo sarà il seguente: Euro 357,95 + somma aggiuntiva di Euro 291,50 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità e sommato all’assegno sociale di Euro 457,99 della moglie sempre per 13 mensilità, darà un reddito familiare annuale di Euro 14.396,72).

il cieco totale non ricoverato nato prima del 1 gennaio 1931 (fasce 7, 10), solo e con un reddito basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 284,73, oltre alla pensione di Euro 364,72 [data da Euro 308,93 INVCIV+ Euro 55,79 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale personale annuale di Euro 8.442,85 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93, incrementata di Euro 55,79 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, il calcolo sarà il seguente: Euro 364,72 + somma aggiuntiva di Euro 284,73 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85);
il cieco totale non ricoverato nato prima del 1 gennaio 1931 (fasce 7, 10), coniugato e con un reddito familiare basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 284,73, oltre alla pensione di Euro 364,72 [data da Euro 308,93 INVCIV+ Euro 55,79 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93, incrementata di Euro 55,79 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, e la moglie è titolare del solo assegno sociale (che per il 2019 è pari a Euro 457,99), il calcolo sarà il seguente: Euro 364,72 + somma aggiuntiva di Euro 284,73 = totale personale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità e sommato all’assegno sociale di Euro 457,99 della moglie sempre per 13 mensilità, darà un reddito familiare annuale di Euro 14.396,72).

il cieco totale non ricoverato ultrasessantacinquenne nato dopo il 31 dicembre 1930 (fasce 7, 10), solo e con un reddito basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 268,23, oltre alla pensione di Euro 381,22 [data da Euro 308,93 INVCIV+ Euro 72,29 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale personale annuale di Euro 8.442,85 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93, incrementata di Euro 72,29 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, il calcolo sarà il seguente: Euro 381,22 + somma aggiuntiva di Euro 268,23 = totale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85);
il cieco totale non ricoverato ultrasessantacinquenne nato dopo il 31 dicembre 1930 (fasce 7, 10), coniugato e con un reddito familiare basso percepirà una somma personale aggiuntiva mensile di Euro 268,23, oltre alla pensione di Euro 381,22 [data da Euro 308,93 INVCIV+ Euro 72,29 aumento ex art. 67 della Legge N. 448/1998], per arrivare al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72 (ad es. se la sua unica fonte di reddito è la pensione INVCIV di Euro 308,93, incrementata di Euro 72,29 per l’applicazione dell’art. 67 della Legge N. 448/1998, e la moglie è titolare del solo assegno sociale (che per il 2019 è pari a Euro 457,99), il calcolo sarà il seguente: Euro 381,22 + somma aggiuntiva di Euro 268,23 = totale personale mensile di Euro 649,45 che moltiplicato per 13 mensilità e sommato all’assegno sociale di Euro 457,99 della moglie sempre per 13 mensilità darà un reddito familiare annuale di Euro 14.396,72).

Il reddito della pensione INVCIV, oltre agli aumenti INVCIV (ex art. 67 della Legge N. 448 del 1998, ex art. 70, comma 6, della Legge 388/2000 o per l’incremento INVCIV al milione), si somma anche ad eventuali altri redditi personali, se percepiti dal pensionato. Fondamentale ai fini della percezione della somma aggiuntiva, il cui importo va a concorso fino al raggiungimento del limite previsto, è il rispetto dei limiti reddituali che, si ribadiscono, sono per l’anno 2019: di Euro 8.442,85 se il pensionato fa nucleo familiare a se stante, e di Euro 14.396,72 se coniugato.
Ad. es., se le fonti di reddito di un soggetto cieco totale ultrasessantenne anni (fasce 6,7,10 e 11) o cieco parziale ultrasettantenne ( fasce 8, 12, 13, 16 e 17) - nucleo familiare a se stante - sono la pensione INVCIV e altri Redditi da Pensionato (RP), il calcolo sarà il seguente: Euro INVCIV + eventuali maggiorazioni INVCIV o sociali + RP + somma personale aggiuntiva X a concorso= totale mensile di Euro 649,45 che per 13 mensilità darà un reddito personale annuale di Euro 8.442,85.
Analogo calcolo se coniugato, per arrivare al limite reddituale familiare annuale di Euro 14.396,72.

Per ottenere gli aumenti della pensione INVCIV, non automatici (calcolo dell’aumento INVCIV previsto dall’art. 67 della Legge N. 448 del 1998, calcolo dell’aumento INVCIV previsto dall’art. 70, comma 6, della Legge 388/2000 (Finanziaria 2001), l’incremento INVCIV al milione) nonché per richiedere altre tipologie di maggiorazioni sociali non collegate alle prestazioni per invalidità civile (Circ. INPS 122/2018, Allegato 2), l’interessato potrà presentare all’INPS istanza di Ricostituzione pensione per motivi reddituali, anche tramite via patronale, allegando l’ultima dichiarazione reddituale e, ad ogni buon conto, anche il verbale di cecità civile.

Infine, per le detrazioni d’imposta per familiari a carico si prenda visione sempre dell’Allegato 2 della circolare INPS N. 122 del 27/12/2018, Tabella N pag. 41 e successive (ad es. per ogni figlio portatore di handicap).

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Presidenza Nazionale
Valeria Liberti
Telefono 06/69988606
Email archivio@uiciechi.it

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Tesseramento 2019 UICI Modena

Gentile socio,
con la presente sono a segnalare che ha inizio la campagna associativa
2019 della Sezione UICI di Modena. Il versamento di Euro 49,58 della
quota associativa è indispensabile per il mantenimento, il miglioramento
e la fruizione di tutte le attività e servizi offerti dalla Sezione, che
speriamo siano di Suo gradimento.
Le modalità per il rinnovo della tessera associativa sono le seguenti:
- tramite bonifico bancario di Euro 49,58 presso Cassa di Risparmio di
Ravenna, Filiale di Modena - Agenzia n. 3, IBAN: IT46I 06270 12950
CC0500210923
- tramite delega su pensione (da sottoscrivere tramite il patronato
attivo in Sezione)
- tramite bollettino postale (che sarà inviato a casa nelle prossime
settimane)
Per coloro che vorranno effettuare il pagamento tramite bonifico
bancario sarà possibile detrarre in dichiarazione dei redditi dell'anno
successivo, la quota versata. In questo caso è necessario utilizzare
nella causale la seguente frase:"Erogazione liberale a favore di Unione
Italiana Ciechi ed Ipovedenti Sezione di Modena, Associazione di
Promozione Sociale - Quota Associativa 2019".
Invitiamo a valutare seriamente l'ipotesi della delega su mensione, la
quale ridurrebbe di molto il lavoro della segreteria sezionale e i costi
delle commissioni bancarie e postali.
Una volta ricevuto il versamento sarà nostra cura inviare direttamente
al Suo domicilio il bollino dell’anno in corso. Se preferisce, infine,
può pagare la somma sopraindicata direttamente presso i nostri uffici di
Via Don Lorenzo Milani n. 54 a Modena, nei seguenti orari d'ufficio: dal
lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
Infine ricordo che il reiterato mancato pagamento della quota
associativa comporta la perdita della qualifica di socio effettivo e di
tutte le agevolazioni e benefici ad essa connesse.
Con la certezza che in molti raccoglieranno il mio invito, grazie al
quale potremmo continuare a migliorare i servizi offerti, colgo
l'occasione per augurare a tutti un Sereno 2019.

Il Presidente territoriale
Ivan Galiotto.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

Prima Giornata Campionato Serie B di Torball

A.S.D. La Ghirlandina

Nelle giornate del 15 e 16 dicembre scorso, presso Ascoli Piceno, si è
svolta la prima giornata di campionato della Serie B di Torball.
I team coinvolti erano cinque:
ASD La Ghirlandina, GSD NON E SEMIVEDENTI BOLZANO, ASD HOMERO BERGAMO,
APD PICENA NON VEDENTI ed ASD CIOCIARIA NON VEDENTI.
La prima partita della giornata vedeva coinvolte la selezione di Bolzano
opposta a quella Modenese, la quale dopo circa una mezzoretta di gioco
si imponeva con un secco 9 a 4 che metteva subito in chiaro quali
fossero l'intenzioni di questa realtà appena formatasi.
Successivamente la formazione Emiliana si trovava ad affrontare la
squadra padrona di casa, riuscendo ad ottenere un ottimo pareggio per 2
a 2.
Nell'ultima partita del Sabato gli emiliani dovevano scontrarsi con i
ragazzi della Ciociaria, e forse a causa del troppo entusiasmo, o per la
stanchezza, questa volta cadevano sotto le segnature dei laziali che si
imponevano per 5 a 2.
Nella giornata di Domenica, le danze si riaprivano nuovamente con lo
stesso schema:
Bolzano contro Ghirlandina si riaffrontavano in una partita più
equilibrata rispetto al giorno precedente, ma alla conclusione dei due
tempi di gioco i ragazzi di manager Nigro si riaffermavano vincitori con
un risultato di 6 a 2.
Purtroppo la bella prestazione contro il Picena vistasi nella giornata
di sabato non si è rivista il giorno successivo ed i marchigiani si
impongono per 7 a 2; Probabilmente complice anche il troppo nervosismo
tra le fila degli emiliani che sul 2 a 0 per loro hanno incominciato a
fare una serie di falli che hanno compromesso inesorabilmente la partita.
Situazione totalmente opposta quella dove La Ghirlandina si trovava ad
affrontare nuovamente la squadra dell'ASD CIOCIARIA NON VEDENTI.
I ragazzi guidati in campo dal capitano Tortini si portavano subito in
vantaggio per 3 a 0 e sembravano in grado di amministrare il risultato;
ma ancora una volta l'entusiasmo e probabilmente troppa distrazione,
permettono alla selezione laziale di portarsi pericolosamente a ridosso.
Fortunatamente per i giallo-blù una buona difesa e il suono della
campanella permettono di portare a casa la terza vittoria con il
risultato di 3 a 2.
Cosa dire di questa squadra fortemente voluta dal vicepresidente della
UICI nazionale?
"Prima di tutto è un gruppo di amici, che sta bene insieme, è unito e si
divertono; una volta che questi ingredienti vengono amalgamati, il
prodotto non può essere che ottimo. Il gruppo c'è, ha voglia di fare
bene, di farsi valere e di far crescere i giovani come il nuovo arrivato
Marco zollo di soli 22 anni. IL tutto tenuto insieme dall'esperienza dei
veterani, come Mario Frisòn e Marco Perotti. Alla guida di questo
bellissimo progetto ci sono i due tecnici Salvatore Ardito e Federico
Nigro, che con le loro scelte occulate guidano magistralmente i propri
giocatori.
In ultimo, ma non per importanza anzi, voglio ringraziare la UICI di
modena ed il suo presidente Ivan Galiotto, senza i quali questo gruppo
avrebbe fatto fatica a carburare.”
Quelle che abbiamo appena letto sono le parole del presidente del gruppo
sportivo Stefano Tortini.
Ora il prossimo appuntamento per la squadra sarà a Bergamo il 26 e 27
gennaio per la seconda giornata di campionato.

Immagine allegata: 
nell'immagine il logo dell'UICI.

Concorso Letterario Nazionale per ragazzi 2019

Protocollo:16141 del 20/12/2018

COMUNICATO N. 170
Questo comunicato è presente in forma digitale sul sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER RAGAZZI 2019

5a edizione Bando-Regolamento
PRESENTAZIONE E DESTINATARI

L'Accademia degli Oscuri di Torrita di Siena indice un Concorso letterario nazionale per ragazzi a.s. 2018-2019, rivolto agli alunni che rientrano in una delle seguenti categorie:
Classi: V scuola primaria - I scuola secondaria 1° grado
Classi: II - III scuola secondaria 1° grado
Classi: I - Il scuola secondaria 2° grado

Un Premio Speciale (PS)
Rivolto a studenti non vedenti (dalla classe V di scuola primaria, alla classe II di scuola secondaria di 2° grado), i cui studenti potranno decidere, a loro scelta, se partecipare al premio speciale o ad una delle altre categorie (A, B, C).

Il bando è aperto a tutti gli iscritti di tutte le scuole del sistema scolastico italiano, ovvero anche alle scuole italiane all’estero.
Sono esclusi dal concorso gli alunni dell'Istituto Scolastico Comprensivo "G. Parini" di Torrita di Siena perché coinvolti nelle operazioni di selezione.
L'iniziativa si pone la finalità di stimolare studentesse e studenti ad apprezzare il mondo della lettura e della scrittura, promuovere l’espressione scritta in forma libera e autentica, vivendola come un’opportunità per valorizzare la ricchezza interiore di ciascuno, le esperienze, le molteplici sensibilità, le diverse realtà geografiche e socio-culturali da cui gli elaborati perverranno.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione è gratuita.
I testi devono essere assolutamente inediti e redatti in lingua italiana.
Sono ammessi soltanto elaborati individuali (non a coppie o in gruppo).
Ciascun concorrente può presentarsi con un solo testo.
CARATTERISTICHE DEL TESTO
TRACCIA: Ogni elaborato dovrà essere ispirato alla seguente traccia:
“AB UMBRA LUMEN”
(Dall’ombra la luce)
Ab Umbra Lumen, scelto quest’anno come traccia, è il motto che caratterizza l’Accademia dal 1760. La traccia non è un titolo e non ha lo scopo di orientare verso un tema specifico, ma lascia intenzionalmente ampie possibilità di interpretazione, reinterpetazione ed espressione, per garantire autenticità ed effettiva rispondenza alle molteplici realtà e ai diversi modi di "sentire" che si potranno rispecchiare nei testi. Potrà essere interpretata e reinterpretata liberamente.
Per gli elaborati, i concorrenti dovranno scegliere un titolo diverso dalla traccia data.
TEMA: Libero, ma ispirato alla traccia. Si potrà spaziare su qualunque argomento, attingendo liberamente ai contenuti scolastici, alla vita quotidiana, a situazioni sociali, alla cronaca, ad esperienze soggettive, emozioni, fantasie, in sintesi, ai "mondi" di cui ciascuno può farsi portavoce, elaborati creativamente.
GENERE: Scelto liberamente, purché di tipo NARRATIVO (non sono ammessi testi poetici, relazioni o resoconti).
DIMENSIONI: Un massimo di 10000 battute (spazi inclusi) per ciascun testo presentato in concorso.
FORMATO E INVIO DEGLI ELABORATI
Ciascun testo inviato deve avere un frontespizio recante le seguenti informazioni:
Titolo (diverso dalla traccia)
Categoria (A, B, C, Premio Speciale)
Autore (nome, cognome, data di nascita)
Classe frequentata
Istituto scolastico (denominazione, indirizzo, e-mail, telefono)
Insegnante/i referente/i
Recapito dell'insegnante referente (cellulare ed e-mail)
Recapito della famiglia dello studente (cellulare ed e-mail)
IMPORTANTE: Non saranno ammessi elaborati che perverranno privi delle informazioni sopra elencate.
Formato: tutti i testi devono essere inviati all’indirizzo di posta elettronica del concorso, esclusivamente in versione digitale, formato WORD, denominando il file con l'indicazione della categoria: A, B, C, PS (per indicare il Premio Speciale): oscuri.categoria.titolo.luogo (es.: oscuri.PS.raccontodelmistero.palermo).
Indirizzo per l’invio dei testi: premio2019.oscuri@gmail.com
Scadenza per l’invio degli elaborati:
Entro la mezzanotte del 23 gennaio 2019.
Fanno fede data e ora dell'invio.
GIURIA
Gli elaborati, resi anonimi per le operazioni di selezione, saranno esaminati da una giuria qualificata composta di esperti dell'educazione, della letteratura e della critica.
La giuria si riserva la facoltà di NON ASSEGNARE PREMI alla categoria in cui i materiali presentati non risultino di qualità sufficientemente adeguata.
Il giudizio della giuria è insindacabile.
PREMI
1° classificato per ciascuna categoria (A, B, C, Premio Speciale):
300 € (parte dei quali in buoni per l’acquisto di libri) per lo studente.
Pernottamento per 2 persone in camera doppia (per lo studente e un accompagnatore) in una delle strutture ricettive del luogo in occasione della premiazione.
150 € per la scuola di appartenenza dello studente.
Un catalogo per lo studente, uno per il docente referente e uno per la scuola.
Attestato per lo studente.
Attestato per la scuola.
Un Premio della “Giuria dei Ragazzi”, (riconoscimento simbolico), costituita dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “G. Parini” di Torrita di Siena.
Eventuali ulteriori premi a discrezione della giuria.
Per tutti i testi giunti in finale: pubblicazione nel catalogo del concorso.
N.B.: Data la minore età dei concorrenti, per il ritiro dei premi in denaro sarà necessaria la presenza di un adulto responsabile (genitore, eventuale tutore legale o insegnante), fornito di un documento di riconoscimento in corso di validità.
COMUNICAZIONE DEI RISUL TATI
I nomi dei vincitori saranno comunicati alle scuole e all'insegnante referente tramite posta elettronica e/o telefonicamente. I risultati della selezione saranno pubblicati anche nel sito web dell'Accademia degli Oscuri, indicativamente entro il 20 aprile 2019.
CERIMONIA D1 PREMIAZIONE
La premiazione avrà luogo a Torrita di Siena, in uno dei fine settimana di maggio 2019.
La data esatta, il luogo prescelto e le modalità di svolgimento della cerimonia di premiazione saranno comunicati in tempo utile ai diretti interessati.
È gradita la partecipazione dei vincitori e delle rispettive classi, con gli insegnanti coinvolti. Sono previsti interventi di autorevoli ospiti del mondo della cultura.
Al termine della cerimonia sarà offerto un buffet da parte dell'organizzazione.
N.B.: In caso di impossibilità, per alcuni vincitori, ad essere presenti nel giorno della premiazione, saranno presi accordi diretti.
PRIVACY E LIBERA TORIA
L'Accademia degli Oscuri di Torrita di Siena si riserva la facoltà di utilizzare i testi presentati in concorso, per eventuali pubblicazioni o altre iniziative anche successive al concorso stesso.
Con l'invio dei testi, i partecipanti autorizzano automaticamente l'Accademia degli Oscuri di Torrita di Siena al trattamento dei dati personali, consapevolmente indicati nel frontespizio di ciascun elaborato, e acconsentono al/'archiviazione degli stessi nella banca dati dei soggetti organizzatori, per un uso coerente con le finalità del concorso, nel rispetto della normativa vigente sul trattamento dei dati personali.
Con il patrocinio del Comune di Torrita di Siena nell’ambito della manifestazione “Il Borgo dei Libri”.

**********

Cordialità

Mario Barbuto
Presidente Nazionale

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Chiusura uffici UICI sezione Provinciale di Modena.

Si comunica a tutti i soci, amici e sostenitori che in occasione delle prossime Festività Natalizie la segreteria soci resterà chiusa al pubblico da lunedì 24 dicembre 2018 a venerdì 4 gennaio 2019 (compresi),
la riapertura avverrà lunedì 7 gennaio 2019 alle ore 9.00;
Il servizio prestiti del Libro Parlato resterà chiuso dall’11 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019 (compresi).
Il Presidente, i Consiglieri, gli impiegati, i ragazzi del Servizio Civile Regionale e i Volontari tutti augurano Buone Feste e Vi attendono nell’anno nuovo certi che sarà pieno di novità per la nostra associazione!
Con l’occasione, auguro a tutti voi e famiglia BUONE FESTIVITà.
Cordiali saluti
Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Inchiesta sul rapporto tra le giovani e l’informatica.

COMUNICATO N. 164
Questo comunicato e’ presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Riceviamo e diffondiamo

Questionario "Genere e tecnologia"!

Il sondaggio è rivolto alle ragazze tra i 19 e i 29 anni e si prefigge l’obiettivo di indagare il rapporto che le ragazze, con o senza disabilità, hanno con le tecnologie.
Il sondaggio è condotto da un gruppo di organizzazioni nel quadro del progetto europeo RISEWISE. Il progetto è coordinato dall'Università di Genova.

Il questionario è compilabile online alla pagina web: https://sondaggi.unige.it/index.php/994654?lang=it

Il questionario è rivolto a ragazze e giovani donne di età compresa tra i 15 e i 29 anni.
Se non appartieni a questa fascia d'età, puoi ovviamente rispondere, ma le tue risposte non verranno prese in considerazione per l'analisi. Scusaci)!

Le domande sono rivolte ad analizzare il tuo rapporto con la tecnologia e ti serviranno per capire meglio quale ruolo la tecnologia gioca nella tua vita e per le tue necessità.

Completare tutto il questionario richiederà circa 20 minuti.

Il questionario è anonimo. Per ragioni statistiche ti chiederemo alcuni dati demografici, ma nulla che possa renderti identificabile.

Non è una iniziativa commerciale ed è promossa da ricercatori del progetto RISEWISE, provenienti da diversi paesi europei, in collaborazione con la rete ENTELIS.

La rete ENTELIS è un iniziativa di tre reti internazionali: EASPD, AAATE e EVBB il cui scopo è quello di ridurre il divario digitale, in particolare relativamente alle persone con disabilità. Il progetto RISEWISE aggiunge la prospettiva di genere a questo scopo e si prefigge di indentificare barriere specifiche che le donne con disabilità incontrano nella loro vita, incluse quelle relative alla tecnologia.

Si è interessati a ricevere le risposte di tutte, ma in particolare si invita a rispondere le ragazze e le donne con disabilità. Se non hai una disabilità, le tue risposte sono comunque preziose! Permetteranno di fare un confronto tra i due gruppi.

Le tue risposte ci aiuteranno a definire meglio il ruolo che la tecnologia ha nella vita delle ragazze e delle giovani donne. I risultati che ne emergeranno ci aiuteranno a rimuovere le barriere che ostacolano il loro convolgimento con la tecnologia.

Ma cosa intendiamo noi per tecnologia e disabilità?

Definizione di tecnologia. In questo contesto intendiamo qualsiasi prodotto o servizio basato sulla trasmissione elettronica o digitale dei dati. Sono inclusi i personal computer (PC), dispositivi mobili come gli smartphone e i tablets, tecnologie assistive e per l'automazione domestica, elettronica per auto avanzata o personalizzata, dispositivi o app di tipo mHealth, servizi o app di tipo web, piattaforme social, software per la messaggistica, sistemi per videoconferenze e tecnologie assistive come dispositivi speciali di input & output.

Definizione di disabilità. Le persone con disabilità includono quanti hanno minorazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali a lungo termine che in interazione con varie barriere possono impedire la loro piena ed effettiva partecipazione nella società su una base di eguaglianza con gli altri.

Informazioni sulla privacy e la protezione dei dati:

Il sondaggio è condotto da un gruppo di organizzazioni nel quadro del progetto europeo RISEWISE. Il progetto è coordinato dall'Università di Genova. Il progetto RISEWISE è finanziato da Horizon 2020, il Programma Quadro della Comunità Europea (CE) per la ricerca e l'innovazione (codice MSCA-Rise. Grant Agreement numero: 690874). La CE non è responsabile per lo studio e la raccolta dei dati che riflette esclusivamente l'iniziativa ed i punti di vista degli autori. La CE declina ogni responsabilità per l'uso che può essere fatto delle informazioni contenute nel questionario e raccolte tramite il questionario.

I dati saranno raccolti e trattati nel rispetto dei principi di anonimato che significa che non sarà possibile determinare l'identità di nessuna partecipante durante la fase di compilazione, né nella pubblicazione dei risultati.
La tua partecipazione è volontaria e non c'è alcun obbligo a partecipare a questa attività, né potrai reclamare alcun diritto relazionato al fatto di aver completato il questionario. I dati sono raccolti con l'unico scopo di costituire una base di conoscenza per la comunità scientifica e per orientare nel disegno di future attività di progetto, incluso lo sviluppo di politiche pubbliche.

Tutti i dati raccolti online saranno sempre conservati su un server dell'Università di Genova con accesso protetto, disponibile solo a personale accreditato. I dati set saranno resi disponibili al gruppo di ricerca di RISEWISE e alla comunità scientifica in formati conformi con il Regolamento Europeo UE 2016/679 (GDPR).

Cordiali saluti.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale
D'ordine del Presidente Nazionale Mario Barbuto
Eugenio Saltarel
Componente Ufficio di Presidenza

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Relazione Programmatica 2019

Cari Amici,
manca un anno e mezzo alla fine di questo mandato.
Tanto abbiamo fatto insieme e tanta ancora la strada da percorrere.
Il 2019 ci vedrà impegnati nella conclusione del nostro polo di cultura accessibile. Di particolare importanza l'allestimento della palestra e dell'ambulatorio oculistico.
La nostra attenzione, come già detto più volte, continuerà ad essere indirizzata verso i nostri ragazzi e alle loro famiglie, che devono diventare protagoniste della nostra e loro vita associativa.
Il nostro progetto, che ormai vede la luce, è quello di creare un polo culturale, artistico, sportivo e sociale con il supporto di volontari, soci e amici, ove i disabili possano usufruirne trovando una forma d’espressione per se stessi e per gli altri.
Il supporto di genitori, insegnanti e volontari deve creare una sinergia tale da diventare una grande famiglia che si gestisce in piena autonomia, cercando di creare un punto di riferimento per i disabili.
Sono cosciente che sia un bel sogno ma che tutti insieme faremo diventare finalmente realtà.
Questo è quello che intende fare il Consiglio con il grande e prezioso aiuto dei dipendenti e dei volontari prima della conclusione del mandato.
A fronte dello sforzo quotidiano che la Sezione mette in campo per venire in contro alle nostre e vostre esigenze, vi chiediamo di impegnarvi anche voi garantendo il vostro sostegno alle due o tre iniziative annuali che vi vengono proposte.
Un buon gioco di squadra ci renderà tutti più vincitori ed orgogliosi verso la meta che taglieremo insieme.
Certo che anche tu vorrai scommettere con noi sullo sviluppo di questo progetto, ti aspettiamo per discuterne e collaborare insieme.
Forza l’Unione! Forza la Sezione di Modena!!!

Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto

Pagine

Abbonamento a Novità e notizie