Novità e notizie

11/11/2017 - Convocazione del Consiglio Direttivo del 28/11/2017

Ai Consiglieri UICI Sezione Provinciale di Modena
Al Presidente del Collegio Sindacale Dott. Massimiliano Baraldi
Al Vice Presidente Nazionale UICI Avv. Stefano Tortini
Al Presidente Regionale UICI Emilia Romagna Sig. Marco Trombini
Alla Delegata per il Consiglio Regionale Sig.ra Teresa Padovan
LORO SEDI.

Oggetto: Convocazione Consiglio Direttivo.
La S.V., come da accordi, è invitata a partecipare, il giorno martedì 28 novembre 2017, alle ore 14:30, presso la sede legale dell'associazione sita in via Don Lorenzo Milani n. 54 a Modena, ove avrà luogo la riunione del Consiglio Direttivo dell'UICI. medesima, per la trattazione del seguente ordine del giorno:
1. Approvazione verbale Consiglio precedente;
2. Comunicazioni del Presidente;
3. Ratifica delibere Ufficio di Presidenza;
4. Ristrutturazione capannone via Don Milani: stato dell'arte;
5. Allestimento Ambulatorio Sezionale;
6. Costituzione A.S.D. NPIAMA Modena e delibere conseguenti;
7. Eventi in onore di Santa Lucia nostra Patrona;
8. Nuova contabilità e Conto di Tesoreria - Delibere conseguenti;
9. Nuova contabilità e Collegio Sindacale - Delibere conseguenti;
10 Uffici via Baraldi 50 - Considerazioni e Delibere conseguenti;
11. Segnalazione semafori sonori Carpi;
12. Nuovi soci effettivi;
13. Varie ed eventuali.

A seguito dello spostamento della fermata dell'autobus 14, si invitano i partecipanti ad utilizzare il servizio pubblico per raggiungere in autonomia la sede.
Qualora la S.V. fosse impossibilitata ad intervenire, è pregata di inviare comunicazione scritta a questa sede entro la data fissata per il Consiglio.
Data l'importanza degli argomenti da trattare, si conta sulla presenza di tutti.
Cordiali saluti.

Il Presidente
Ivan Galiotto.

Come si paga la TARI

STANNO ARRIVANDO in questi giorni gli avvisi di pagamento della terza rata della Tari, in scadenza il 30 dicembre, che presentano una novità  importante: non è infatti più possibile il pagamento automatico della tassa con domiciliazione bancaria, come avvenuto finora.
La tassa dovrà  invece essere pagata utilizzando il modulo F24 precompilato per tutti, che sarà  l'unico metodo di pagamento consentito.
Il modulo sarà  unito all'avviso di pagamento e potrà  essere pagato presso un qualsiasi sportello bancario o postale, oppure tramite internet banking.
Il pagamento per via telematica è obbligatorio se il contribuente è titolare di partita Iva.
Il pagamento con F24 è gratuito e può essere utilizzato solo su territorio italiano.
La Tari è la tassa che copre i costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e la sua gestione per il 2017 è stata affidata dal Comune a Hera, che emette due o più rate con scadenze previste dal regolamento comunale, seguite da un conguaglio il prossimo anno.
Come previsto per legge, il calcolo della Tari tiene conto delle superfici dichiarate o accertate e della composizione del nucleo familiare risultante dai dati anagrafici forniti periodicamente dai Comuni.
La nuova modalità  di pagamento discende dall'entrata in vigore, lo scorso 1 ottobre, della legge che prevede l'incasso diretto della Tari nel conto di tesoreria del Comune e non consente di mantenere il servizio di pagamento automatico della tassa con domiciliazione bancaria.
Nella lettera di accompagnamento della bolletta sono indicate le nuove modalità  di pagamento attraverso il modulo F24 e un apposito volantino informativo è inserito in particolare nelle buste destinate alle utenze che finora pagavano con la domiciliazione.
-

Immagine allegata: 
Nell'immagine contenitori della raccolta rifiuti

Cena di Santa Lucia

Mercoledì 13 Dicembre 2017 alle 20 presso la Polisportiva Modena Est - Osteria del Tempo Perso in via Indipendenza 25 a Modena, UICI Modena organizza una cena di autofinanziamento aperta a Soci, Amici e a chiunque voglia sostenere i nostri progetti. Il ricavato servirà a finanziare l'allestimento dell'ambulatorio oculistico presso la sede di Via Don Milani 54.

"Chi si ferma è perduto" diceva qualcuno, e i Soci e i volontari di UICI Modena lo sanno bene. In questi anni la sede di via Don Milani si è popolata di soci, volontari e amici, ed è costantemente animata grazie ai tanti progetti e alle diverse attività messe in campo.
A spazi ludico ricreativi in cui i Soci non vedenti e ipovedenti si trovano per giocare a shawdown (il ping pong per ciechi) o a carte, c'è l'area dedicata ai corsi di Arti Marziali aperti a tutti. Ci sono poi gli uffici dedicati alle attività di patronato e gli spazi per la produzione e la distribuzione degli audiolibri del Libro Parlato. Periodicamente la sala conferenze ospita eventi e incontri informativi, lo spazio multimediale ospita corsi di formazione e da oltre un anno è attivo lo Sportello d'Ascolto per chiunque cerchi sostegno nel fare i conti con la disabilità, propria o altrui.
A tutto questo si aggiungerà presto anche uno spazio dedicato alla diagnostica, alla prevenzione e alla cura della vista. "C'è bisogno di intrecciare tutto quello che stiamo già facendo in termini di inclusione sociale dei disabili visivi con servizi utili a garantire il monitoraggio costante delle loro condizioni di salute, tanto più che questo può essere un ulteriore imput alla ricerca clinica" spiega il presidente Ivan Galiotto.

Proprio per raccogliere fondi a favore dell'ambulatorio oculistico di UICI Modena, nel giorno di Santa Lucia, 13 dicembre 2017 alle 20 presso la Polisportiva Modena Est - Osteria del Tempo Perso in via Indipendenza 25 a Modena, si organizza la cena di autofinanziamento aperta a Soci, Amici, sostenitori e chiunque abbia voglia di stare in compagnia.
Il menu prevede:
• gramigna con ragù di salsiccia
• risotto all'aceto balsamico
• arrosti misti con patate al forno e insalate miste
• dolci della casa
• vino della casa e bevande
• caffè.
(contributo complessivo: 30 €)

Sarà un'occasione preziosa per conoscersi, stare in compagnia e prendere contatto con i tanti progetti di UICI Modena e con chi li porta avanti con passione. In programma anche altre piccole sorprese dallo staff di UICI Modena.

Per info e prenotazioni contattare la segreteria dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modena, entro e non oltre il 7 Dicembre:

tel. 059/300012 - 059/260759
e-mail uicmo@uiciechi.it

Immagine allegata: 
Nell'immagine Santa Lucia.

ANCHE PER I DISABILI VISIVI IL SITO UNESCO DI MODENA È "A PORTATA DI MANO"

Inaugura sabato 2 dicembre sotto i portici di piazza Grande un percorso tattile che consente di scoprire anche ai disabili visivi alcune meraviglie del patrimonio dell'umanità di Modena. UICI Modena tra i partner del progetto.

Propone un nuovo approccio a scultura e architettura con la multisensorialità, per consentire di scoprire non solo con gli occhi il sito di piazza Grande a Modena, da vent'anni patrimonio dell'Umanità Unesco. Inaugura sabato 2 dicembre alle 10.30, il percorso tattile "A portata di mano" (nato per non vedenti, ipovedenti e dislessici ma rivolto a tutti), per ora in un locale al piano terra di Palazzo Comunale che si affaccia proprio su piazza Grande. Il percorso si compone di quattro riproduzioni in scala 1:1 realizzate da 3DArcheolab: due sculture del Duomo e due della Ghirlandina, ciascuna con un campione della stessa pietra con cui sono state scolpite. A fianco è collocato un modello in scala 1:200 dell'intero Sito, con i profili degli edifici che si affacciano sulla piazza, ispezionabile all'interno e scomponibile in più parti, realizzato in resina con stampa 3D da Justprint3D, sponsor tecnico del progetto.

Il percorso è stato presentato giovedì 30 novembre in piazza Grande da Gianpietro Cavazza, vicesindaco e assessore alla Cultura di Modena; Francesca Piccinini, direttrice dei Musei civici e coordinatrice del Sito Unesco di Modena; Giacomo Guaraldi, del Servizio accoglienza studenti con disabilità e DSA di UniMoRe; Ivan Galiotto, presidente di Unione Italiana Ciechi Modena.

Abbiamo collaborato al progetto perchè sappiamo bene che poter vedere da vicino per un ipovedente o poter toccare per un cieco, le bellezze della città, ci fa sentire ancora più cittadini - spiega Ivan Galiotto Presidente UICI Modena che aggiunge - anche perchè qualunque axione diretta ad anche ad un pubblico disabile, deve essere portata avanti insieme ai disabili.

"Chi guarda con gli occhi – hanno spiegato gli ideatori - coglie immediatamente, in modo sintetico, forma, luce e colore di un oggetto. Chi guarda con le mani ha bisogno di tempo e di procedere gradatamente in modo analitico. La vista permette di conoscere le cose da lontano, a maggior ragione in un complesso caratterizzato da un apparato scultoreo collocato anche a decine di metri di altezza, mentre il tatto solo quelle, appunto, 'a portata di mano'". È questo uno dei motivi che ha portato il Coordinamento del Sito Unesco di Modena a proporre un percorso che favorisse l'accessibilità al complesso e incentivasse l'inclusione di un pubblico nuovo, con una opportunità offerta non solo a persone con deficit visivo, che ne rappresentano il destinatario privilegiato.

"Nel ventennale del nostro Sito Unesco patrimonio dell'Umanità – ha sottolineato il vicesindaco Cavazza – il senso di questo progetto vuole essere quello di favorire per tutti l'accesso a una bellezza che appartiene a tutti"

Tutte le opere hanno una didascalia in nero e in braille e si possono toccare, ammirare e conoscere da vicino. Sul sito www.unesco.modena.it si può accedere a brevi schede di approfondimento. I brevi testi sono pensati per tutti, ma prima di tutto per un pubblico non vedente, ipovedente e con dislessia. Tutte le riproduzioni visibili nel percorso tattile e quelle del kit didattico sono state realizzate grazie ai rilievi laser scanner 3D di GEIS – Geomatics Engineering Innovative Solutions.

Sono stati realizzati, grazie al sostegno del Soroptimist Club di Modena, anche due kit didattici per le scuole, collegati al progetto "A scuola con l'Unesco: il Duomo, la Torre e Piazza Grande raccontanto". Ogni kit si compone di cinque riproduzioni in scala 1:200 di alcuni particolari della Porta della Pescheria: i mesi di giugno e novembre, le favole del lupo e della gru e quella della volpe finta morta, il particolare dell'archivolto con Re Artù.

La progettazione e la realizzazione per il Coordinamento Sito Unesco di Modena sono il frutto del lavoro di gruppo, coordinato da Luana Ponzoni e Simona Pedrazzi dei Musei civici, con Ivan Galiotto e Nadia Luppi di Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Modena, e da Elisabetta Genovese, delegato del Rettore per la disabilità, e Giacomo Guaraldi del Servizio accoglienza studenti con disabilità e Dsa (disturbi specifici dell'apprendimento) dell'Università di Modena e Reggio Emilia.

Il progetto è realizzato con contributo del Ministero delle Belle Arti della cultura e del Turismo - Legge 20 febbraio 2006, n.77 "Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale, posti sotto la tutela dell'Unesco".

Nel mese di dicembre, al percorso tattile sul sito Unesco di Modena in piazza Grande si può accedere liberamente da lunedì a venerdì dalle 9 alle 14 e sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13. Chiuso il 25 e 26 dicembre.

Informazioni online (www.unesco.modena.it).

Convocazione Consiglio Direttivo.

Modena, 23 novembre 2017.
Prot. 620/2017 IG/aa.

Ai Consiglieri UICI Sezione Provinciale di Modena
Al Presidente del Collegio Sindacale Dott. Massimiliano Baraldi
Al Vice Presidente Nazionale UICI Avv. Stefano Tortini
Al Presidente Regionale UICI Emilia Romagna Sig. Marco Trombini
Alla Delegata per il Consiglio Regionale Sig.ra Teresa Padovan
LORO SEDI.

Oggetto: Convocazione Consiglio Direttivo.
La S.V., come da accordi, è invitata a partecipare, il giorno martedì 28 novembre 2017, alle ore 14:30, presso la sede legale dell'associazione sita in via Don Lorenzo Milani n. 54 a Modena, ove avrà luogo la riunione del Consiglio Direttivo dell'UICI. medesima, per la trattazione del seguente ordine del giorno:
1. Approvazione verbale Consiglio precedente;
2. Comunicazioni del Presidente;
3. Ratifica delibere Ufficio di Presidenza;
4. Ristrutturazione capannone via Don Milani: stato dell'arte;
5. Allestimento Ambulatorio Sezionale;
6. Costituzione A.S.D. NPIAMA Modena e delibere conseguenti;
7. Eventi in onore di Santa Lucia nostra Patrona;
8. Nuova contabilità e Conto di Tesoreria - Delibere conseguenti;
9. Nuova contabilità e Collegio Sindacale - Delibere conseguenti;
10 Uffici via Baraldi 50 - Considerazioni e Delibere conseguenti;
11. Segnalazione semafori sonori Carpi;
12. Nuovi soci effettivi;
13. Varie ed eventuali.

A seguito dello spostamento della fermata dell'autobus 14, si invitano i partecipanti ad utilizzare il servizio pubblico per raggiungere in autonomia la sede.
Qualora la S.V. fosse impossibilitata ad intervenire, è pregata di inviare comunicazione scritta a questa sede entro la data fissata per il Consiglio.
Data l'importanza degli argomenti da trattare, si conta sulla presenza di tutti.
Cordiali saluti.

Il Presidente
Ivan Galiotto.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Consiglio Nazionale 23 e 24 novembre - diretta on line

COMUNICATO N. 155

Care amiche e cari amici,

giovedì 23 alle ore 15.30 e venerdì 24 novembre alle ore 8.30 si terrà la riunione del Consiglio Nazionale.

Per chi fosse interessato, sarà possibile seguire on line sulla nostra SlashRadio la diretta dei lavori del Consiglio  Nazionale collegandosi all’indirizzo

http://www.uiciechi.it/radio/radio.asp

Colgo l’occasione per augurare buon ascolto a chi vorrà ascoltarci e buon fine settimana a tutte e a tutti.

Vive cordialità.

Mario Barbuto

Presidente Nazionale

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet:
http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

inaugurazione percorso tattile sito UNESCO

Modena, 20 novembre 2017

Ai Soci e Amici
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Sezione Territoriale di Modena

Carissimi,
tra le tante attività a favore dei disabili visivi, la nostra Sezione si è impegnata anche in un progetto dal titolo "A portata di Mano", che aveva l'obbiettivo di costruire uno spazio in cui si potessero toccare il Duomo, la Ghirlandina, la piazza e alcuni dettagli scultorei della Cattedrale.
Al progetto collaborano il Comune di Modena che gestisce il sito UNESCO (Piazza Grande, Duomo e Ghirlandina), l'Università di Modena e Reggio Emilia, e altri soggetti che si occupano di stampa 3D. In questi mesi abbiamo dato i nostri consigli su come realizzare le riproduzioni 3D, affinché fossero adatte ad essere esplorate dai disabili visivi, e crediamo - nel limite del possibile - di avere contribuito ad una buona causa al nostro meglio.
Ora che le riproduzioni sono pronte e il Comune di Modena sta allestendo lo spazio in Piazza Grande, si sta preparando la grande inaugurazione prevista per sabato 2 Dicembre 2017 alle 10,30.
È un'occasione importante per tutti noi che amiamo la nostra città e finalmente possiamo toccare quel che ci sarebbe difficile o impossibile abbracciare con lo sguardo. Potremo già quel giorno visitare lo spazio e toccare le riproduzioni.
Sarà bello testimoniare insieme davanti al Sindaco e alla cittadinanza che ci siamo e che siamo contenti di poter scoprire la bellezza della nostra città con le dita. Sarà un'altra occasione per ricordare a tutti che se abbiamo gli strumenti giusti, possiamo fare tutto - o quasi - quello che fanno gli altri e che per questo conviene a tutti impegnarsi per rendere accessibile la città, i suoi luoghi e i suoi servizi.
Vi terremo aggiornati sui dettagli dell'evento, ma intanto speriamo che possiate tenervi liberi ed esserci. Per agevolare si organizzerà, previa prenotazione alla nostra segreteria una navetta stazione dei treni - Piazza grande.
Tenetevi aggiornati sulla nostra pagina Facebook, sul nostro sito e su WhatsApp.
Buone giornate, il Consiglio UICI Modena.
Il Presidente Territoriale
Ivan Galiotto

Immagine allegata: 
nell'immagine il Duomo di Modena

Pratichiamo sport per battere la disabilità!

A Roma il 22 e 23 novembre un evento dedicato allo sport per ripensare, insieme ai rappresentanti del mondo sportivo, scientifico, scolastico e alle istituzioni, alla creazione di un ambiente accessibile e fruibile a tutti
Roma, 7 novembre 2017- Sport e disabilità è un binomio possibile? A questa domanda l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, insieme a FISPIC e UISP, cercherà di dare una risposta forte nei due giorni del meeting nazionale dal titolo “Pratichiamo sport per battere la disabilità!”, organizzato a Roma il 22 e il 23 novembre. L’evento sarà l’occasione per dare vita a dimostrazioni sportive di varie discipline con testimonianze di atleti agonisti e non, ma anche per favorire l’incontro tra la cittadinanza e le autorità politiche e amministrative. L’obiettivo di U.I.C.I. è lanciare il chiaro messaggio che la disabilità non deve essere considerata uno status o una malattia ma una circostanza influenzata da un’errata cultura e dai pregiudizi ed è perciò necessario oggi cambiare il modo di intenderla, attraverso la costruzione di relazioni e schemi sociali che rendano accessibile a tutti il binomio sport e disabilità.
Il meeting si aprirà il 22 novembre con un Convegno a cui prenderanno parte istituzioni, rappresentanti del mondo sportivo, scientifico e scolastico (come da programma di seguito) per sensibilizzare i cittadini e le amministrazioni alla creazione di un ambiente sportivo ad accessibilità e fruibilità totale per tutti. Sempre nella stessa mattinata saranno organizzati quattro tavoli di lavoro in cui i singoli coordinatori, esperti di vari settori e rappresentanti di associazioni ed enti, favoriranno il dibattito su specifiche tematiche riguardanti lo sport e ascolteranno i partecipanti, al fine di elaborare una sintesi delle istanze emerse che sarà presentata al pubblico il giorno successivo, a conclusione del meeting.
“L’idea alla base dell’organizzazione di questo evento, spiega Mario Barbuto, Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, è rilanciare il tema dello sport quale mezzo di inclusione e integrazione per chi è affetto da disabilità visiva, e per questo aperto a tutti. Vorremmo letteralmente cambiare le regole del gioco, trasmettendo una nuova, sana cultura della disabilità. In questi due giorni, oltre alle attività sportive con campioni olimpici e paralimpici, atleti agonisti e semplici praticanti, attraverso i workshop tematici lasceremo anche spazio all’informazione e al confronto, ascoltando dalle persone le proprie esperienze e necessità che ci serviranno per stimolare lo sviluppo di progetti dedicati allo sport sul territorio”. “Con le tavole rotonde, prosegue Barbuto, vogliamo ‘cogliere dal basso’ i bisogni dei cittadini e strutturare le loro richieste attraverso iniziative concrete, con i nostri referenti territoriali. L’appello che lancio alle persone che parteciperanno al
nostro meeting è di ripensare il paradigma sport-disabilità per lo sviluppo di una cultura inclusiva e basata sulla relazione; è necessario che ciascuno si metta in gioco e scardini il modo di intendere la disabilità, affinché tutto diventi accessibile a tutti e lo sport sia davvero il terreno su cui giocare la partita dell’eguaglianza”.
Il programma Pratichiamo sport per battere la disabilità!
22 – 23 novembre 2017 Struttura Sportiva del Divino Amore, Roma Via Ardeatina km.12

22 novembre
9.30
– Introduzione di Stefano Tortini, Vice Presidente Nazionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e Coordinatore del Convegno, presentazione del programma del meeting
Saluto delle Autorità
Moderatore Claudio Arrigoni, Giornalista Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport On. Luca Lotti, Ministro dello Sport (Altri ospiti istituzionali in attesa di conferma) Stefano Tortini, Vice Presidente Nazionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Sandro Di Girolamo, Presidente FISPIC Vincenzo Manco, Presidente UISP Hubert Perfler, Coordinatore Nazionale UICI Commissione Sport, Tempo libero e Turismo sociale
10.45
– Apertura Tavole rotonde
-
Sport e Tiflologia, coordina Mauro Rozzi, componente Direzione Nazionale UISP e Giovanna Virga, psicologa
‐Sport e Territorio, coordina Ciro Taranto, Componente Commissione Nazionale Sport – Mariella Procaccini, Tecnico Nazionale Italiana Torball – Pietro Montesano, Professore presso l’Università Parthenope di attività psicomotorie
‐Sport e Benessere, coordina Giulia Di Piazza, Bioeticista -Paolo Minafra, Specialista in Radiologia - Medicina dello Sport
‐Sport insieme…
in quale modo, coordina Carlo Bruno, LNI - Lega Navale Italiana - Don Giovanni D’Andrea, Presidente Salesiani per il Sociale - Sandro Cuomo, Campione Olimpico di Scherma
13.00
– Pranzo
15.00
– Dimostrazioni sportive delle seguenti discipline:
Torball, Calcio, Showdown, Scherma, Scacchi, Tennis, Judo, Tiro con l’arco
19.
30 – Cena

23 novembre
9.30
– Breve introduzione di Stefano Tortini
Report dei coordinatori delle singole tavole rotonde
10.45
– Pausa
11.00
– Testimonianze di quattro atleti agonisti e non agonisti
12.30
– Chiusura dei lavori
Intervento conclusivo di Mario Barbuto, Presidente Nazionale Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti
# # #
L'Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui la legge e lo statuto affidano la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni. L'Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS ha per scopo l'integrazione dei non vedenti nella società, perseguendo l'unità della categoria. Per il raggiungimento dei suoi fini l'Unione ha anche creato strumenti operativi per sopperire alla mancanza di adeguati servizi sociali dello Stato e degli altri enti pubblici. In particolare vanno ricordati il Centro Nazionale del Libro Parlato, il Centro Ricerca Scientifica, l'I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione), l’Agenzia per la Tutela dei Diritti e l’Istituto Nazionale ValutazioneAusili e Tecnologie per l’autonomia dei ciechi e degli ipovedenti. L'Unione ha anche istituito la Sezione Italiana della Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità. L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti fa parte, quale membro fondatore, della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità (FAND).
Per un approfondimento consultate le specifiche sezioni all'interno del nostro sito – www.uiciechi.it
Riferimenti per i Media
Imageware | +39 02700251 Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Stefania Trazzi - strazzi@imageware.it Katia Caravello – katia.caravello@uiciechi.it Alessandra Pigoni – apigoni@imageware.it Componente Direzione Nazionale UICI
Relazioni Esterne

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.
Documento allegato: 

Natale 2017: dona dolcezza e sostieni la prevenzione

Ai Soci e Amici
UICI Modena.
Ritornano anche quest'anno, le cioccolate solidali di UICI Modena e il ricavato servirà a finanziare l'apertura dell'ambulatorio oculistico nella nostra sede di via Don Milani 54.
Un pezzetto di cioccolato fa miracoli... e l'anno scorso ne abbiamo avuto le prove, potendo avviare e sostenere - col ricavato della promozione natalizia - tanti progetti che puntano al benessere e all'inclusione sociale delle persone con disabilità visiva.
Per questo Natale 2017 i soci e i volontari di UICI Modena hanno preparato tanti graziosi pacchetti regalo composti da 4 tavolette di cioccolata artigianale di cui una fondente, una al latte, una bianca e una con nocciole. 400 grammi di cioccolato di prima qualità a soli 10 euro.
La qualità del cioccolato è garantita dal laboratorio artigianale LUISTOR di Suzzara.
Contribuisci e invita a contribuire prendendo le cioccolate UICI per sostenere l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Modena e parteciperai all'allestimento di un ambulatorio oculistico interno alla sede provinciale UICI. C'è bisogno di diagnosi tempestive e terapie mirate, di portare avanti la ricerca e soprattutto c'è bisogno di intrecciare l'impegno sulla prevenzione e la cura sanitaria con tutto quello che già facciamo per il benessere e l'inclusione sociale dei ciechi.
Le cioccolate UICI si possono prenotare in Sede, in via Don Milani 54 a Modena, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17, previo contatto telefonico al 059 300012 o via mail a uicmo@uiciechi.it.
Per quantitativi superiori ai 10 pezzi - previa disponibilità di volontari - UICI Modena si impegna a consegnare a domicilio.

Il Consiglio Sezionale augura un Sereno Natale a tutti!

Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Quando gli scacchi diventano scuola di vita.

VIGNOLA -«NON sono un gioco, gli scacchi, ma una scuola di vita: formano il carattere, la personalità .
E questo non è solo un torneo, ma l'apice di una storia d'amore iniziata tanti anni fa tra un bambino vignolese e la scacchiera, mentre gli altri preferivano giocare a pallone».
Carlo Alberto Cavazzoni, il bambino diventato oggi maestro di scacchi per circa 25mila giovani allievi, ieri ha presentato con questa dichiarazione d'amore la prima edizione del torneo internazionale "Vignola Città degli Scacchi", che nel week-end porterà in città una competizione di altissimo livello ed oltre 200 scacchisti provenienti da tutta Italia e dall'estero, alcuni tra i più forti al mondo.Cavazzoni e il Club 64 di fatto hanno organizzato l'evento, ma alla sua riuscita hanno collaborato tantissimi attori locali: il Comune, la Fondazione di Vignola (che ha concesso le sale della Rocca per il torneo), la Parrocchia (che ha fatto lo stesso con Palazzo Barozzi), la provincia, l'Università Natalia Ginzburg, il Centro documentazione Mezaluna, il Lions Club, il Centro studi, il Gruppo filatelico, Vignolanimazione, Vignola Grandi Idee e diversi commercianti, che con le loro vetrine hanno sposato il tema degli scacchi.
«Abbiamo creduto subito in questo evento - ha spiegato il sindaco Pelloni - e una volta concluso inizieremo subito a lavorare per la prossima edizione: vogliamo che diventi un appuntamento fisso di novembre».
I match - che vedranno 58 partecipanti al torneo A, altri 80 nel B e un centinaio nel C, dove saranno in gara anche tanti bambini e numerosi vignolesi - inizieranno venerdì alle 20 (dopo un rinfresco inaugurale) e proseguiranno sabato (alle 9.30 e alle 15.30) e domenica (9 e 14.30)
con Torta Barozzi offerta a tutti i giocatori dalla famiglia Gollini.
Non mancheranno le iniziative collaterali: la lezione del maestro filippino Vuelban (domani alle 21 all' oratorio), il caffè coi campioni scacchisti (venerdì alle 14.30 al Caffè Terzi) e la partita con personaggi viventi (sabato alle 15.30 in Piazza dei Contrari), a ricordare l'antica passione per gli scacchi del marchese Boncompagni.
Che a Vignola, dal 1993, è stata tramandata nelle scuole e nei laboratori della Fondazione dallo stesso Cavazzoni.v.

Immagine allegata: 
Nella foto una scacchiera.

Pagine

Abbonamento a Novità e notizie