Novità e notizie

Glaucoma cos'è e come prevenirlo

Scritto da iNews il 03 Febbraio 2018 | 11:02 - Pubblicato in Salute & Benessere
link diretto: http://www.mobinews.it/article/75979

Il Glaucoma può causare la cecità, ma cos'è? E quali i suoi sintomi? Il glaucoma è una malattia che danneggia il nervo ottico, ovvero il nervo che trasmette le informazioni visive dalla retina al cervello.

Può accadere quando l'umor acqueo ovvero il fluido presente all'interno dell'occhio, si accumula nella parte anteriore dell'occhio stesso. Il fluido in eccesso potrebbe portare all'aumento della pressione dell'occhio che danneggerebbe a sua volta il nervo ottico.

Secondo l’OMS circa 55 milioni di persone sono affette da glaucoma malattia che sarebbe la seconda causa al mondo di cecità.

Ma la cecità dal glaucoma può essere prevenuta o trattata se si agisce in tempo.

Due sono i principali tipi di glaucoma: Glaucoma primario ad angolo aperto e Glaucoma ad angolo chiuso.

Il primo è il tipo più comune, indolore e senza immediati cambiamenti visivi. Avviene con una certa gradualità, quando l'occhio non drena il fluido come dovrebbe causando l'aumento di pressione con il conseguente danno al nervo ottico.

Alcune persone possono avere i nervi ottici sensibili alla pressione oculare normale dunque maggiore possibilità di contrarre il glaucoma. Per questa ragione è bene effettuare controlli oculistici costanti così da individuare, in caso, i primi segni di danneggiamento del nervo ottico.

Il glaucoma ad angolo chiuso si verifica quando l'iride di qualcuno è molto vicina all'angolo di drenaggio dei loro occhi. L'iride può finire per bloccare l'angolo di drenaggio. Questo se poi bloccato del tutto comporta a sua volta l'aumento della pressione oculare. Questo fenomeno è chiamato un attacco acuto: emergenza vera e propria che richiede un'immediato soccorso pena il rischio di cecità!

I sintomi di un attacco di glaucoma ad angolo chiuso sono: visione improvvisamente sfocata, forte dolore agli occhi, mal di testa, dolori allo stomaco accompagnati da nausea, vomito, visione di anelli color arcobaleno o aloni intorno alle luci.

Molti individui sviluppano in maniera graduale il glaucoma ad angolo chiuso non avvertendo affatto i sintomi se non a malattia avanzata. E' il caso del glaucoma cronico ad angolo chiuso che se non trattato accuratamente ed immediatamente causa la perdita della vista.

Gli studi hanno dimostrato che gli antiossidanti come la Luteina e la Zeaxantina fanno bene agli occhi. Dunque più che le carote, ritenute da sempre amiche della vista, sarebbero gli spinaci i giusti alleati, insieme alle verdure a foglia larga, perché contengono elevate quantità di antiossidanti luteina e zeaxantina (antiossidanti che si trovano in quantità elevate negli occhi).

Inoltre, una dieta povera di grassi e l’eliminazione di bevande light o dolcificanti contenti aspartame (estremamente tossico per l’occhio in quanto una volta assunto si trasforma in formaldeide), sono fondamentali accorgimenti per prevenire il glaucoma e curare se stessi..

Immagine allegata: 
nell'immagine si vede un occhio colpito da Glaucoma.

Indagine statistica sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori con disabilità

COMUNICATO 25

Care amiche, cari amici,

Segnaliamo un'iniziativa meritevole di attenzione, promossa dal dottor Massimiliano dell'Aquila, medico chirurgo dell'Università La Sapienza, Policlinico Umberto I, specializzando in Medicina legale.
Il dottor dell'Aquila, nell'ambito della stesura della propria tesi di specializzazione, svolgerà una indagine analitica su dati, informazioni e pareri relativi al contesto, agli esiti e ai processi che interessano le persone con disabilità, assunte tramite il collocamento obbligatorio e mirato, ai sensi della legge 68/1999 e delle altre leggi di settore.
Gli esiti dell'indagine saranno riportati in un rapporto sulla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori con disabilità sul posto di lavoro che dovrebbe essere successivamente pubblicato, nel quale si tenterà di individuare gli obiettivi e il piano di miglioramento preventivo e proattivo da realizzare in ambito datoriale pubblico e privato.
L'obiettivo dell'indagine si focalizza, infatti, intorno al concetto di "benessere lavorativo", inteso come capacità del datore di lavoro non solo di essere ottemperante agli obblighi di legge, ma anche di crescere e svilupparsi, promuovendo e mantenendo un adeguato grado di benessere psicofisico di tutto l'ambiente di lavoro, alimentando costruttivamente la corretta convivenza sociale di chi vi opera, soprattutto delle persone con disabilità.
Finalità conformi a prevenire e a risolvere le situazioni di conflittualità ed i casi di disagio, sia derivanti da disfunzioni organizzative, sia da molestie, vessazioni o discriminazioni.
Considerati gli obiettivi prefissati, sarebbe quindi opportuna anche la partecipazione all'indagine da parte dei datori di lavoro, oltre che di tutti i lavoratori interessati.

Il questionario di rilevazione di soddisfazione è articolato su due distinti format, diversi per categoria: uno rivolto al lavoratore con disabilità e uno rivolto al datore di lavoro.
Per accedere a quello di proprio interesse, seguire uno dei sotto indicati percorsi:

Avvio questionario per il lavoratore con disabilità

Avvio questionario per il datore di lavoro

E' possibile accedere ai questionari anche dalla pagina principale del nostro sito www.uiciechi.it
I questionari sono risultati accessibili in base alla verifica da parte del nostro Gruppo di lavoro OSI, Osservatorio Siti Internet.
La compilazione del questionario richiede solo pochi minuti e va effettuata entro il prossimo 31 maggio.
I dati del questionario sono raccolti in forma anonima; le informazioni fornite, saranno utilizzate nel massimo rispetto della privacy e verranno analizzate in forma aggregata, per fini di ricerca scientifica, quindi come statistiche. Non sarà possibile in alcun modo, pertanto, ricondurre le informazioni raccolte alla persona che ha compilato il questionario.
Titolare autonomo del trattamento dei dati è l'Università La Sapienza di Roma.
Grazie per l'attenzione.

Vive cordialità

Mario Barbuto
Presidente Nazionale

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet:http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Scambio giovanile internazionale sulla musica

Il gruppo VIEWS Italia ha chiesto la collaborazione dell'Unione per diffondere l'annuncio della ricerca di cinque partecipanti italiani per lo scambio giovanile internazionale dal titolo "Music-key" che si terrà ad Atene (Grecia) dal 23 giugno al 1 luglio 2018. Il gruppo sarà formato da tre giovani con disabilità visiva e due giovani normovedenti di età compresa tra i 18 e i 30 anni, di cui uno avrà il ruolo di capogruppo.

Dato che la lingua ufficiale dello scambio è l'inglese, una sufficiente conoscenza di questa lingua è un requisito fondamentale per la partecipazione.

Le spese di vitto e alloggio e i costi per le attività previste durante il soggiorno saranno coperte dal finanziamento europeo. Per quanto riguarda le spese di viaggio, a ogni partecipante saranno rimborsati fino a un massimo di Euro 170,00 per l'acquisto, attestato dai relativi documenti di spesa, di biglietti aerei o ferroviari in classe economica.

Per maggiori informazioni leggere il documento allegato.

Le espressioni di interesse a partecipare devono essere inviate al più presto e comunque non oltre giovedì 15 febbraio 2018 al seguente indirizzo email: info@viewsitalia.com e per conoscenza a inter@uiciechi.it.

Cordiali saluti.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

Campionati Italiani indoor di tiro con l'arco riservato agli atleti paralimpici.

Comunicato 15

Carissimi,
dal 2 al 4 febbraio 2018 si svolgeranno a Palermo, presso il Palaoreto, i Campionati Italiani indoor di
tiro con l'arco, riservati agli atleti paralimpici. Alla manifestazione parteciperanno circa 150 arcieri
provenienti da tutta Italia, tra i quali circa 20 non vedenti e ipovedenti.
Saranno presenti tutti i componenti della Nazionale Italiana paralimpica di tiro con l'arco, due dei
quali disabili visivi. Parteciperanno alla manifestazione, organizzata dalla FITArco,( Federazione
Italiana Tiro con l'Arco), tutte le più alte e rappresentative autorità del mondo dello sport paralimpico
nazionale, tra i quali il Presidente del CIP, avv. Luca Pancalli, il Presidente della FITArco, dr.Mario
Scarsella, il consigliere FITArco Oscar De Pellegrin, medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Londra
2012 ed il Commissario tecnico della Nazionale Italiana Paralimpica di tiro con l'arco Guglielmo
Fuchsova.
I campionati verranno ripresi integralmente da Rai Sport e saranno anche visibili in streaming sul
canale telematico della federazione nazionale YouArco. Il programma, suscettibile di possibili
variazioni, in funzione del numero degli iscritti, è il seguente:
Venerdì 2 febbraio -
Ore 16,30 / 18,30 accreditamento presso il " San Paolo Palace Hotel " per tutte
le divisioni. Cena, a seguire Cerimonia d'apertura Campionati Italiani presso San Paolo Palace Hotel
Sabato 3 febbraio -
Ore 8,15 / 9,15 accreditamento presso il "Palaoreto" per tutte le divisioni e tiri di prova; a seguire
inizio Campionati.

Domenica 4 febbraio –
Ore 8,00 continuazione Campionati, cerimonia di Premiazione e cerimonia di chiusura.
Questa Presidenza Nazionale, presente con il proprio logo, e la Sezione Territoriale di Palermo
parteciperanno alla manifestazione anche per avviare future sinergie con la FITArco e per consolidare
la continuità di dialogo con il Comitato Italiano Paralimpico.
Assieme alla Commissione dello Sport, Tempo libero e Turismo sociale dell'Unione invito i referenti
territoriali delle attività sportive, a partecipare a questo emozionante evento che, sicuramente,
riscuoterà un notevole successo di pubblico e permetterà alla nostra Associazione di acquisire grande
visibilità nel mondo dello Sport.
Vive cordialità.
Mario Barbuto
Presidente Nazionale

(presente in forma digitale sul sito Internet www.uiciechi.it/documentazione)

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Campus Internazionale sulla Comunicazione e l’Informatica per giovani ciechi e ipovedenti ICC 2018

COMUNICATO N. 14

Care amiche, cari amici,

anche quest’anno la nostra Unione desidera partecipare al Campus Internazionale sulla Comunicazione e l’Informatica per giovani ciechi e ipovedenti – ICC
http://www.icc-camp.info/.
L’edizione 2018 si terrà a Zara (Croazia) dal 22 al 31 luglio 2018, e accoglierà numerose delegazioni provenienti da tanti Paesi europei e anche extraeuropei, tra le quali il nostro gruppo di giovani ciechi e ipovedenti italiani tra i 16 e i 20 anni con il loro coordinatore e un assistente vedente. Possibili eccezioni ai limiti di età saranno valutate caso per caso.
In allegato, una comunicazione di dettaglio contenente ulteriori informazioni sul Campus.
Confido e auspico che sia data ampia diffusione a questo comunicato per raggiungere il maggior numero di persone interessate a partecipare.
Per proporre la propria candidatura a partecipare al campus,
Occorrerà inviare:
• i propri dati personali (nome e cognome, data di nascita, visus, recapito email e telefonico)
• un testo in lingua inglese di almeno 200 parole con una propria presentazione, hobbies, preferenze, motivazioni, ecc...
Prego di scrivere al Coordinatore Nazionale per ICC 2018 Sara Kobal
sarakobal@alice.it
e in copia a Francesca Sbianchi, Coordinatrice del nostro Ufficio Relazioni Internazionali
inter@uiciechi.it
al più presto e comunque preferibilmente entro l’8 aprile 2018.

Confido in una adesione numerosa.

Vive cordialità

Mario Barbuto
Presidente Nazionale

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Allegato 1

24° Campus per giovani ciechi ed ipovedenti ICC2018

L'International Camp on Communication and Computers ICC è un'opportunità unica per imparare come le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e le tecnologie assistive (AT) arricchiscano notevolmente la vita di ciechi ed ipovedenti.

http://www.icc-camp.info/

Ma ICC è molto di più, infatti partecipando potrai:

a. fare amicizia con ragazzi provenienti da tanti altri paesi
b. aggiornare ed arricchire le tue conoscenze informatiche e sulle tecnologie assistive
c. scoprire opportunità di studio all’estero
d. condividere esperienze multiculturali
e. migliorare la lingua inglese
f. acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro
g. divertirti

Workshop
Durante il soggiorno potrai scegliere di partecipare a moltissime attività. Ecco alcuni esempi di argomenti su cui si concentreranno workshop di ICC:

tecnologie della comunicazione e dell’informazione
tecnologie assistive per lo studio, il tempo libero e la mobilità
come presentarsi in pubblico e autonomia quotidiana
prepararsi allo studio universitario
prepararsi ad accedere al mercato del lavoro

ICC2018 dove? quando?
ICC 2018 si svolgerà in Croazia, a Zara, dal 22 al 31 luglio 2018
I requisiti per partecipare sono:
- essere ipovedente o non vedente
- avere tra i 16 e i 20 anni
- avere una buona conoscenza della lingua inglese
- avere una buona autonomia personale

Lingua ufficiale del campus: INGLESE

Costo

Quota di iscrizione al campo: non più di € 400

I partecipanti dovranno inoltre coprire le proprie spese di viaggio dal luogo di residenza fino all’aeroporto di arrivo.

Per partecipare basta:
inviare una e-mail preferibilmente entro l’8 aprile 2018 al coordinatore nazionale di ICC2018 Sara Kobal all'indirizzo sarakobal@alice.it e a Francesca Sbianchi, coordinatrice dell’Ufficio Relazioni Internazionali dell’UICI all’indirizzo inter@uiciechi.it con oggetto "CANDIDATURA ICC 2018" in cui dovrai inserire i dati personali e produrre un testo in lingua inglese di almeno 200 parole con una presentazione di te, degli hobby e delle motivazioni per cui vuoi partecipare all'iniziativa.

Dato che i posti a disposizione sono purtroppo limitati, se necessario sarà operata una selezione delle candidature ricevute.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

Soggiorno estivo in Spagna per il perfezionamento della lingua inglese

COMUNICATO N. 13

La O.N.C.E. (Organizzazione Nazionale Spagnola dei Ciechi) ha programmato anche per quest’anno un soggiorno-studio per il perfezionamento della lingua inglese che si svolgerà presso il suo Centro di Risorse Educative di Pontevedra (Spagna) e rivolge all’Unione il suo invito a selezionare alcuni giovani ciechi e ipovedenti italiani che avranno la possibilità di frequentare il corso succitato. L’arrivo dei partecipanti a Pontevedra è previsto nel pomeriggio del 29 luglio e la partenza il 10 agosto 2018.

Potranno candidarsi per la partecipazione al soggiorno giovani ciechi o ipovedenti di età compresa tra i 15 e 17 anni (che abbiano già compiuto 15 anni alla data del 29 luglio 2018 e che non abbiano ancora compiuto 18 anni alla data del 10 agosto 2018) e che siano già in possesso di un livello di conoscenza della lingua inglese B1 – B2.

Durante il soggiorno i partecipanti seguiranno un corso intensivo di inglese di livello intermedio-alto (60 ore), oltre a partecipare a varie attività ludico-sportive e culturali.

A carico dei partecipanti resteranno le spese di viaggio dal luogo di residenza fino all’aeroporto di Vigo, l’aeroporto più vicino a Pontevedra, e ritorno. Le spese di soggiorno, di studio e il transfer dall’aeroporto di Vigo a Pontevedra e viceversa sono a carico della O.N.C.E.

Come requisito imprescindibile, il possesso delle abilità linguistiche per accedere al corso dovrà essere attestato dall’insegnante di lingua inglese della scuola di provenienza di ciascun candidato sulla base dello schema grammaticale allegato alla presente.

Per garantire la partecipazione di candidati adeguatamente qualificati, si invita caldamente a inviare unicamente le candidature di quei ragazzi che possiedano effettivamente il livello di competenza linguistica indicato.

In fase di selezione, sarà comunque somministrato ai candidati un test scritto a distanza e gli idonei verranno contattati telefonicamente da un esaminatore per una verifica ulteriore del livello di conoscenza della lingua inglese.

Altra condizione importante per la partecipazione al soggiorno-studio è l’essere in possesso di una ragionevole autonomia nelle attività della vita quotidiana e nella mobilità (ossia la capacità di muoversi in un ambiente dopo averlo conosciuto).

I candidati dovranno far pervenire all’Ufficio Affari Internazionali all’indirizzo
inter@uiciechi.it
la seguente documentazione entro lunedì 26/03/2018:

 dichiarazione di assenso da parte dell’esercente la potestà parentale alla candidatura del/la ragazzo/a al soggiorno-studio di cui al presente comunicato, completata dai dati anagrafici e dall’indicazione della disabilità visiva come da verbale di accertamento sanitario di cecità civile, da un numero di telefono e un indirizzo e-mail di contatto.
 È importante notare che il corso è destinato a giovani ciechi o ipovedenti come definiti negli articoli 2, 3, 4, 5 e 6 della legge 3.4.2001, n. 138)
 attestato dell’insegnante di lingua inglese della scuola di provenienza del candidato relativo al buon grado di possesso da parte di quest’ultimo delle competenze linguistiche indicate nell’allegato schema. L’attestato, che deve essere sottoscritto dall’insegnante e che può essere rilasciato su carta libera, deve indicare in maniera leggibile: nome e cognome dell’insegnante, nome e tipo di scuola frequentata dal candidato, anni di studio della lingua inglese del candidato presso quell’istituto.
 copia di eventuali certificati o diplomi che attestino lo studio della lingua inglese da parte del candidato anche presso altri istituti (scuole di lingue, etc.) con l’indicazione del livello del corso frequentato.

Auspico la massima e pronta diffusione presso i potenziali interessati e le loro famiglie.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale.

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

“FACCIO IO...per due!”

Bologna, 19/01/2018.

Intervento educativo e riabilitativo per minori con disabilità visiva e/o pluridisabilità, Emilia-Romagna.

Il Progetto vuole dare la possibilità a bimbi, ragazzi e alle loro famiglie di poter conoscere, verificare, approfondire, migliorare, scoprire e assecondare le potenzialità di ciascuno per canalizzarle in obiettivi individuali e individualizzati che possano facilitare la strada verso l'autonomia e l'accrescimento della fiducia in sé stessi.
È un Progetto giunto alla sua quarta edizione e che vuole quindi proseguire con l'importante percorso avviato nel 2014 da un bisogno esplicito di alcune famiglie del territorio e dall'intraprendenza del Consiglio Regionale I.Ri.Fo.R. Emilia-Romagna, che ha voluto ascoltare e rispondere alle particolari esigenze di famiglie di minori con disabilità visiva e/o pluridisabilità, facendo crescere nel corso di questi tre anni un gruppo sempre più numeroso e ben affiatato di persone, con il supporto di due Istruttori Aniomap specializzati nell'Intervento Precoce.
L'intento rimane quello dell'avvio ossia arricchire ed integrare le risorse territoriali presenti sul territorio dell'Emilia-Romagna, affrontare la necessità e le problematiche di minori con disabilità visiva mediante l’opportuna e peculiare professionalità di operatori qualificati per l’età evolutiva, a partire dall’intervento precoce. La stessa attenzione andrà ai piccoli come ai genitori perché è risaputo che l'affiancamento delle famiglie è importante tanto quanto il seguire i figli, soprattutto se in presenza di difficoltà/disabilità. Il Progetto quindi vuole ancora rivolgersi nello specifico a bambini/ragazzi con disabilità visiva con o senza disabilità aggiuntive, per far sì che tempestività, professionalità, sensibilità e competenza siano i cardini del percorso di crescita sia dei piccoli sia dei loro genitori.
In questa nuova edizione ci sarà un'importante svolta che, con il cambio degli operatori coinvolti, vuole approfittare dell'occasione per assecondare l’esigenza emersa in questi anni di interventi anche domiciliari. Poter intervenire anche nella quotidianità dei bimbi e dei ragazzi, innestando obiettivi e strategie nei luoghi della loro vita di tutti i giorni, accresce la loro motivazione e ottimizza ulteriormente quanto fatto in altra sede. Inoltre, previo accordo tra le parti, fornisce la preziosa opportunità di recarsi direttamente presso le scuole e/o altre strutture che hanno in carico i partecipanti per ottimizzare il confronto, la consulenza e la condivisione degli obiettivi.

La quota di partecipazione è di Euro 300,00 sia per il Percorso A sia per il Percorso B. La scheda di iscrizione, unitamente alla certificazione di disabilità visiva e/o pluriminorazione del minore, dovrà essere inviata improrogabilmente entro il 05/02/18 all’I.Ri.Fo.R. Consiglio Regionale Emilia-Romagna tramite email (scansionata) all’indirizzo emiliaromagna@irifor.eu . Dopo tale data, alle famiglie saranno comunicati l’accoglimento o meno dell’iscrizione e le modalità per il versamento della quota.

OBIETTIVI GENERALI
Gli obiettivi comuni in linea di massima a tutti i partecipanti sono:
• Verificare e/o potenziare il grado di sviluppo delle abilità nelle seguenti aree generali:
• percezione sensoriale uditiva
• percezione sensoriale tattile
• percezione sensoriale olfattiva
• motricità generale
• motricità fine
• Verificare, incrementare abilità già presenti e/o far acquisire nuove strategie nelle seguenti
aree specifiche dell’intervento:
• pre-AP
• pre-OM
• Attraverso il gioco e/o il gioco basale, incrementare la conoscenza, la fiducia, la curiosità
verso sè stessi e ciò che si è capaci di fare nonchè verso gli altri e il mondo circostante
• Verificare eventuali strategie per l’attenuazione di atteggiamenti stereotipati

OBIETTIVI SPECIFICI
Nello specifico, il Progetto si sdoppierà consentendo alle famiglie di individualizzare al meglio il percorso dei loro figli:

• PERCORSO A – INTERVENTO PRECOCE: bambini da 0 a 5 anni con disabilità visiva totale o parziale e/o con pluridisabilità aggiuntive. L'operatore Aniomap referente sarà specializzato nell'Intervento Precoce. Per ogni partecipante (massimo 5) si prevede un percorso di n. 8 ore di attività diretta, presso la palestra dell’Istituto Cavazza di Bologna, via dell’Oro 3, nelle seguenti date (sabato): 17/02/18, 10/03/18, 24/03/18, 21/04/18, 05/05/18, 19/05/18, 09/06/18, 23/06/18.

Attività previste:
• Stimolazione Basale: conquistare la conoscenza del proprio corpo, delle proprie abilità, dei gusti personali ma anche il piacere dell'interazione autonoma con gli oggetti, con i primi ausili e della relazione con l'altro, attraverso il gioco più morbido, coinvolgente e accogliente perchè il risultato sia motivante, divertente, stimolante e sprigioni la curiosità necessaria per proseguire con le conquiste successive anche legate all'AP o all'OM;

• Stimolazioni Visive: la visione va appresa. Risulta quindi fondamentale accompagnare i piccoli in questa eventuale e preziosa scoperta perchè la realtà non risulti più confusa o fastidiosa ma decifrabile e comprensibile così che il potenziale visivo diventi valido contributo integrativo alla conoscenza e scoperta del mondo circostante e, allo stesso tempo, vengano forniti accorgimenti funzionali all'illuminazione, uso dei contrasti, ecc.;

• pre-OM&AP: avviare i pre-requisiti in ambito delle autonomie personali di base e alle prime esplorazione del mondo che potranno sostenere scoperte e conquiste future più complesse partendo dal presupposto che non sia mai troppo presto per iniziare se lo si fa giocando;

• Metodo Terzi (moduli base): intervento cognitivo-motorio che sviluppa la capacità di integrare ed elaborare le informazioni spazio-temporali e percettivo-motorie e favorisce la rappresentazione mentale dello spazio personale, peripersonale ed extrapersonale.

• PERCORSO B – CRESCERE SCOPRENDO: sul territorio di residenza delle famiglie: età compresa dai 5 anni alla preadolescenza con disabilità visiva totale o parziale e/o con pluridisabilità aggiuntive. Per ogni partecipante (massimo 10) si prevede un percorso di n. 10 ore di attività diretta. L'organizzazione temporale sarà indicativamente quella del Percorso A ma potrà essere concordata con le famiglie e gli operatori di riferimento. Possibilità per i partecipanti di fare 2 ore consecutive in accordo con famiglie, operatore di riferimento ed Ente per ottimizzare lo spostamento e/o per affrontare unità più corpose.

Attività previste:
• Orientamento&Mobilità (OM): decifrare le complessità del mondo esterno mediante il potenziamento e l'integrazione delle sensorialità presenti al fine di conquistare un'autonomia negli spostamenti in luoghi interni e/o esterni, conosciuti e/o sconosciuti, anche con l'apprendimento delle corrette tecniche d'uso degli eventuali ausili specifici;

•Consulenze di Autonomia Personale (AP): ricevere indicazioni generali sulla risoluzione di situazioni quotidiane inerenti la gestione personale. Problematiche più complesse e/o specifiche potranno essere affrontate in mini laboratori che coinvolgeranno altri bimbi e operatori specializzati, nel rispetto del rapporto 1:1;

• Consulenza Tiflologica e Tiflodidattica: attraverso il confronto ed il reciproco scambio con insegnanti ed educatori costruire insieme un percorso di obiettivi relativi al potenziamento delle autonomie e all’organizzazione e alla gestione delle attività scolastiche;

• Consulenze sul Cane Guida (con l'operatore specializzato): comprensione del modello di socializzazione ed educativo del futuro Cane Guida (dalle 8 settimane di vita all’anno di età); modello attuato da oltre 50 anni in tutta Europa che comprende tutte quelle regole di comportamento necessarie per una buona convivenza con l'uomo, un suo buon inserimento nella società umana ed un perfetto adattamento a tutte le situazioni nelle quali potrà trovarsi, con e senza il disabile visivo.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO
• I pacchetti individuali avranno un costo complessivo copartecipato (Ente, famiglie, ecc.) per rendere più efficace l’investimento e la corresponsabilità.
• Incontri diretti della durata indicativa di un’ora (salvo accordi in relazione a finalità specifiche), individuali ed individualizzati.
• Famiglie presenti durante le attività per un confronto diretto e continuativo sul procedere delle proposte, per la condivisione di modalità e obiettivi, per fornire l’occasione ai genitori di visionare in “presa diretta” le metodologie utilizzate e i risultati ottenuti, fornendo anche preziose informazioni agli operatori al fine di mirare al meglio l’intervento.
• Previo accordo, apertura anche ad eventuali operatori, educatori, insegnanti, terapisti, ecc. del territorio per garantire una continuità e coerenza d’intervento.
•L'organizzazione temporale del Progetto sarà strutturata nel periodo febbraio 2018 – luglio 2018. Possibilità di recupero di eventuali incontri rimandati dagli operatori.
• A richiesta eventuale stesura di relazioni individuali e/o complessive per rendicontare su obiettivi
e risultati dei percorsi.

OPERATORI
N. 03 professionisti ANIOMAP nel settore della disabilità visiva:
Dott.ssa SIMONA ROCA
Tecnico dell’Educazione e Riabilitazione in Orientamento Mobilità e Autonomia Personale per
disabili visivi - Operatore specializzato in intervento precoce per bambini con deficit visivo e
plurihandicap - Operatore Terzi Base in ambito riabilitativo/educativo.

Dott. SIMONE VENZA
Tecnico in Orientamento e Mobilità ed Istruttore - Addestratore Cani Guida per disabili della vista.

Dott. MARTINO ZAVAGNO
Istruttore di Orientamento e Mobilità per disabili visivi - Educatore Tiflologico.

Cordiali saluti.
Il Vicepresidente Regionale
Dott.ssa Chiara Tirelli

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.
Documento allegato: 

Inserimento lavorativo per le persone fragili e vulnerabili dalla Regione 20 milioni

Notizie — E-R Il portale della Regione Emilia-Romagna - 18 gennaio 2018.

I criteri per gli interventi possibili. Un' equipe multi-professionale seguirà i soggetti coinvolti
Definita la programmazione triennale 2018 - 2020 delle risorse, 20 milioni, per il 2018 - per l'inserimento lavorativo e l'inclusione delle persone fragili e vulnerabili. La delibera di Giunta è stata presentata oggi dall'assessore regionale al Lavoro, Patrizio Bianchi, alla commissione Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità dell'Assemblea legislativa. Il documento - a firma congiunta degli assessori Bianchi, Gualmini e Venturi - definisce, come previsto dalla legge regionale 14 del 2015, obiettivi e priorità della programmazione, individua gli interventi ammissibili (formazione, tirocini, supporto all'ingresso al lavoro delle persone e la permanenza in attività, servizi e interventi di natura sociale, contributi economici di competenza dei Comuni), stabilisce le risorse e i criteri di riparto tra i 38 distretti socio-sanitari e la composizione e il ruolo dell'equipe professionale che deve seguire le persone in tutto il percorso.
La legge regionale 14 prevede che l'inserimento lavorativo delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità sia curato da un'equipe multi professionale, costituita da operatori dei servizi per il lavoro, del sociale e della sanità, che definisce un programma personalizzato di interventi che integra tutte le azioni utili all'inclusione sociale.
Il budget complessivo a disposizione delle equipe territoriali per la realizzazione delle attività previste dalla legge può contare su risorse provenienti da fonti di finanziamento diverse: Programma Operativo 2014-2020 del Fondo sociale europeo (Fse); Fondo regionale disabili (Frd); risorse assegnate ai Comuni singoli o associati con il Fondo sociale regionale; risorse dei Bilanci comunali; risorse delle Aziende sanitarie. Per dare attuazione alla prima annualità del piano triennale la Giunta Regionale, per quanto riguarda gli interventi di politica attiva del lavoro da inserire nel Programma personalizzato che sarà definito dall'Equipe multiprofessionale, ha stanziato 20 milioni di euro del Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo.
Con l'approvazione della delibera da parte della Giunta nei prossimi giorni, dopo il passaggio in Commissione, i distretti potranno definire i Piani integrati territoriali. I piani, di durata triennale, delineano gli obiettivi e le priorità a livello distrettuale, e gli interventi e i servizi che verranno assicurati nel territorio, garantendo un coordinamento con i Piani di zona per la salute ed il benessere e i relativi programmi attuativi annuali e con il Piano annuale delle politiche attive a sostegno dell'inserimento lavorativo delle persone disabili. I 38 Piani saranno approvati attraverso "Accordi di programma" sottoscritti dalla Regione, dall'Azienda unità sanitaria locale e dai Comuni o dalle Unioni dei Comuni.
I Dati ad oggi.
Il 2018 è sostanzialmente il secondo anno di programmazione della legge. In commissione questa mattina è stato presentato anche il primo Rapporto intermedio d'attuazione della legge 14: da ottobre 2017 ad oggi sono 7.530 le persone accolte e valutate, circa 1.500 quelle per cui è in corso una analisi più approfondita delle loro caratteristiche e 1.548quelle a cui sono state accertate condizioni di fragilità e che hanno già sottoscritto un programma integrato personalizzato.
Per dare attuazione alla legge si è realizzata la formazione di 1.530 operatori dei centri per l'impiego, dei servizi sociali e sanitari e di quelli che compongono le equipe.

http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/Inserimento-lavor...

Immagine allegata: 
Nella foto si vede un Centro per l'impiego

Prorogata la mostra "I mosaici neri".

Un viaggio tattile sensoriale per i non vedenti.
Per la prima volta in Italia, la mostra che è un'esperienza completamente nuova delle opere musive per ciechi e ipovedenti.

Rappresenta un viaggio tattile-sensoriale alla scoperta dei mosaici di Ravenna, la mostra 'I mosaici neri di Ravenna' che resterà aperta al Mar - Museo d'Arte della Città nella sala al piano terra oltre alla scadenza del 7 gennaio per altre settimane. Si tratta di un'iniziativa dell'associazione ambientale Cestha, Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat, nell'ambito del progetto di tutela e rinaturalizzazione degli ecosistemi costieri ravennati-duna di Casal Borsetti.

Un progetto innovativo che, attraverso moderne tecnologie 3D, propone per la prima volta in Italia a ciechi e ipovedenti un'esperienza completamente nuova delle opere musive. Il colore nero identifica il buio in cui vivono i non vedenti e nello stesso tempo rappresenta la scarsa attenzione da parte della società su una realtà troppo spesso dimenticata. Con la scelta dei soggetti raffigurati nei mosaici, si vuole porre l'attenzione su come gli ambienti naturali fossero descritti secoli fa, lanciando un messaggio di allarme sul loro attuale degrado, che sta portando alla scomparsa delle bellezze naturali presenti nel territorio. Lo scopo è raccontare un percorso inconsueto dell'arte musiva ponendo protagonisti i soggetti ambientali.

I mosaici sono infatti una sorta di diapositiva dei nostri territori, da essi si parte per individuare specifiche specie animali e vegetali, un tempo abbondanti e oggi, purtroppo, a rischio estinzione. Sei soggetti naturali, presenti nelle raffigurazioni di San Vitale e Sant'Apolllinare in Classe sono così riproposti in chiave tattile, nella loro forma musiva e 'reale'.

La mostra si colloca nel ricco calendario della Biennale del Mosaico. Hanno collaborato all'evento lo studio grafico Artificio Digitale e l'Accademia delle belle arti per la realizzazione tecnica, l'assessorato comunale all'Ambiente e Multicentro Ceas attraverso una compartecipazione, la Pro Loco di Casal Borsetti con un contributo, il Museo d'Arte della città di Ravenna per l'ospitalità e collaborazione, l'Unione Italiana Ciechi e ipovedenti.

Cordiali saluti

Il Presidente

Angelo Lolli

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Scambio giovanile internazionale sulla musica

COMUNICATO N. 9

Il gruppo VIEWS Italia ha chiesto la collaborazione dell’Unione per diffondere l’annuncio della ricerca di cinque partecipanti italiani per lo scambio giovanile internazionale dal titolo “Music-key” che si terrà ad Atene (Grecia) dal 23 giugno al 1 luglio 2018. Il gruppo sarà formato da tre giovani con disabilità visiva e due giovani normovedenti di età compresa tra i 18 e i 30 anni, di cui uno avrà il ruolo di capogruppo.

Dato che la lingua ufficiale dello scambio è l’inglese, una sufficiente conoscenza di questa lingua è un requisito fondamentale per la partecipazione.

Le spese di vitto e alloggio e i costi per le attività previste durante il soggiorno saranno coperte dal finanziamento europeo. Per quanto riguarda le spese di viaggio, a ogni partecipante saranno rimborsati fino a un massimo di Euro 170,00 per l’acquisto, attestato dai relativi documenti di spesa, di biglietti aerei o ferroviari in classe economica.

Per maggiori informazioni leggere il documento allegato.

Le espressioni di interesse a partecipare devono essere inviate al più presto e comunque non oltre giovedì 15 febbraio 2018 al seguente indirizzo email: info@viewsitalia.com e per conoscenza a inter@uiciechi.it.

Cordiali saluti.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale
Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Allegato:
Views International Summer camp 2018
“Music-key”

Raduno giovanile Internazionale, Atene (Grecia), 23/06/2018-01/07/2018

Ti piacerebbe svolgere un'attività con altri partecipanti europei all'estero? Ti piace la musica? Sogni di cantare con tanti altri giovani europei e di produrre le tue canzoni con gli altri e con professionisti del settore musicale? Allora questo progetto è quello che fa per te. Stiamo cercando partecipanti aperti, motivati a scoprire nuove cose e interessati al tema della musica e della cittadinanza europea attiva.

Nel quadro del programma Erasmus+ (www.erasmusplus.it), il Centro per l’Istruzione e la Riabilitazione per i Ciechi (Centre for the Education and rehabilitation for the Blind) di Atene (Grecia), in partenariato con l’associazione Views International (www.viewsinternational.eu) organizza dal 23 giugno all’1 luglio 2018 uno scambio giovanile internazionale dal titolo “Music-key”.
All’incontro parteciperanno giovani dai 18 ai 30 anni, vedenti e con disabilità visiva, provenienti da Belgio, Bulgaria, Germania, Grecia, Italia e Regno Unito.

Temi del raduno giovanile
- Permettere a giovani con deficit visivo di sperimentare l’espressione artistica, in particolare la forte capacità della musica di connettere e unire persone con diverse abilità o disabilità provenienti da diversi paesi. Music-key darà, infatti, la possibilità di scrivere, produrre e incidere canzoni inedite con l’aiuto di un team di produttori professionisti;
- Fare un grande concerto conclusivo dello scambio;
Inoltre, verranno proposte numerose visite culturali a importanti luoghi della città di Atene.

Il raduno prevede l’integrazione tra ragazzi vedenti e non, in un clima dove la diversità, anche culturale, sarà un aspetto arricchente e non pregiudicante.
La socializzazione, la cooperazione, la condivisione di esperienze e il lavoro in gruppo saranno quindi favorite.

Si realizzeranno inoltre attività culturali tra le quali presentazione di ogni paese partecipante con la sua lingua, cultura, tradizioni ecc…;
Non mancheranno momenti per la socializzazione e serate a ritmo di musica!

Obiettivi
I principali obiettivi dello scambio giovani sono:
- Sensibilizzare i giovani a una migliore inclusione nella vita quotidiana nella società europea attraverso la musica;
- Incoraggiare lo scambio culturale presentando tradizioni nazionali ed esplorando la cittadinanza europea attiva attraverso workshop interattivi sui temi europei.

Music-key
Un'opportunità unica per:
• Fare amicizia con ragazzi provenienti da diversi paesi europei!
• Migliorare le proprie competenze comunicative!
• Acquisire maggiore fiducia in sé stessi!
• Aumentare la stima di sé e nelle proprie potenzialità!
• Scoprire e aumentare la propria creatività!
• Migliorare il proprio inglese e parlare altre lingue conosciute!
• Condividere e scambiare esperienze multiculturali!

La lingua ufficiale dello scambio è l'inglese. Una sufficiente conoscenza di questa lingua sarà un requisito fondamentale per partecipare ed essere in grado di vivere pienamente l'esperienza.

Le spese di vitto e alloggio e i costi per le attività previste durante il soggiorno saranno interamente coperte dal finanziamento europeo. Per quanto riguarda le spese di viaggio, per ogni partecipante saranno rimborsate fino a un massimo di €170,00 (accettati solo biglietti aerei di classe economica o biglietti ferroviari di seconda classe).

Composizione del gruppo
All’incontro, ogni paese può partecipare con un gruppo composto da cinque persone: tre partecipanti con disabilità visiva (vedenti o ipovedenti) e due vedenti di età compresa tra i 18 e i 30 anni; uno dei partecipanti avrà il ruolo di group leader.

Profilo dei partecipanti
Qualità fondamentale dei partecipanti è voler lavorare in gruppo e stare insieme. I giovani partecipanti dovranno:
- essere attivi;
- essere disposti a prendere attivamente iniziative;
- essere comunicativi;
- voler apprendere nuove cose sui temi del progetto;
- essere disposti al lavoro di squadra con altri cittadini europei;
- essere interessati alla musica e voler cantare insieme. Non si deve necessariamente saper suonare uno strumento musicale o essere cantanti professionisti, ma è fondamentale saper cantare.

Dato che il numero di posti è limitato, chi fosse interessato è pregato di entrare in contatto con il gruppo Views Italia mandando una email a:
info@viewsitalia.com
entro e non oltre il 15/02/2018 indicando:
v nome e cognome;
v Luogo e data di nascita;
v indirizzo e recapito telefonico;
v indirizzo email e, se in possesso, indirizzo MSN e/o Skype;
v visus: non vedente assoluto, ipovedente o vedente;
v (Per i partecipanti disabili visivi): hai mai frequentato corsi di Autonomia personale e/o orientamento e mobilità? Se si in che città? Puoi fornirci il nome dell’istruttore?
V (Per i partecipanti disabili visivi): si utilizza il bastone bianco, il cane guida o altro?
V (Per i partecipanti disabili visivi): indicare la sezione Uici o altra associazione di appartenenza;
v altre informazioni che si ritengano essere utili (es. difficoltà aggiuntive oltre alla disabilità visiva, necessità particolari, conoscenze in ambito musicale).

Per assicurarci che i partecipanti sappiano cantare e soprattutto che vogliano farlo, per candidarsi bisogna inviare una breve registrazione audio di una canzone. Inoltre, al fine di valutare la conoscenza della lingua inglese si chiede di inviare un testo che non superi le 300 parole il quale dovrà contenere:
• una breve descrizione di sé (chi sono, hobbies, studi o attività lavorativa etc…);
• una breve descrizione delle precedenti esperienze in attività internazionali;
• le proprie motivazioni nel voler prender parte al raduno.

Per la scelta dei partecipanti si terrà conto di un adeguato livello di inglese dimostrato (accertato tramite il testo redatto da ogni candidato).
Per una equilibrata composizione del gruppo verrà tenuto inoltre conto del livello di autonomia personale e orientamento.
Infine, nell'eventualità che tra gli interessati vi siano giovani appartenenti al gruppo Views Italia, essi avranno la priorità di partecipazione sugli altri candidati in quanto, nei mesi scorsi, hanno avuto un ruolo attivo nel gruppo e sostenuto la membership all'organizzazione coordinatrice del progetto.

La scelta dei partecipanti tra i candidati sarà effettuata dall'insieme dei membri del gruppo Views Italia secondo i criteri indicati sopra e verrà comunicata tramite e-mail.

Chi desideri informazioni più dettagliate può contattare Anna Rita de Bonis telefonando al numero
347 17 66 039.

Poiché all'incontro partecipano anche coetanei vedenti, si prega dare la massima diffusione anche ad amici, fratelli e conoscenti che potrebbero essere interessati all'iniziativa. Le modalità di iscrizione e selezione sono le medesime dei partecipanti con difficoltà visive.

Vi aspettiamo numerosi!

I membri del gruppo views Italia:
Anna Rita de Bonis, Giulia Pagoni, Vanessa Cascio, Marialaura Uberti, Lucia Armano, Samuele Frasson

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Pagine

Abbonamento a Novità e notizie