Io disabile, impossibilitato a fare un esame a roma

RESTO DEL CARLINO MODENA - 20/07/2017.

I SOGNI viaggiano più veloci su una sedia a rotelle.
Come quella di Giacomo Negri, 32 anni, studente di giurisprudenza all'università  di Modena con l'ambizione di fare nella vita il mestiere che gli piace, lavorare appunto nel campo della giustizia.
Un percorso tutto ad ostacoli il suo, affetto da distrofia muscolare Kugelberg-Welander , meglio consociuta come Sma 3 che lo costringe su una carrozzina dalla tenera età  .
Un percorso che tuttavia con la tecnologia e i servizi di oggi viene agevolato con facilità  .
Non in questo caso però.
Il 27 giugno scorso Giacomo è inciampato in un ˜gradino' che nel 2017, per di più nella capitale d'Italia, è impensabile.
Doveva infatti recarsi a Roma per sostenere un concorso del Ministero di grazia e giustizia per un posto da assistente giudiziario.
Un test per cui si era preparato a lungo incastrandolo tra gli esami all'università  , ma dove non è arrivato mai perchè a Roma, racconta il giovane, non c'era un mezzo che potesse portarlo dalla stazione Termini al luogo dell'esame.Giacomo cos' è successo?«Mi ero organizzato con il treno ma dovevo trovare il modo di arrivare dalla stazione al luogo del test.
Da Modena allora ho chiamato il Comune di Roma per sapere se c'era un servizio che potesse caricare me e la mia carrozzina e mi è stato risposto che non c'era, a causa dei tagli subiti.
Ho chiamato allora il servizio taxi e anche lì mi sono sentito dire che non era possibile, stessa cosa con i privati».Cosa ha fatto allora? «Non sono potuto sostenere l'esame.
Mio padre ha un mezzo per trasportarmi ma fino a Roma non era possibile, anche perchè lui deve aiutare mio fratello Davide, più giovane di me di due anni, che ha la mia stessa malattia.
Si è rivolto ad un legale?« Si, vedremo se fare ricorso.
Mi sembra impossibile che nel 2017 nella capitale d' Italia non vi sia la possibilità  per persone come me di muoversi in autonomia».
E ha scritto anche una email al Comune di Roma?«Sì ho esposto il mio problema e chiedendo la possibilità  di espletare la prova scritta almeno nella regione di mia provenienza e ancor meglio a Modena dove vivo.
Ora attendo risposte..
A Modena ha mai avuto questo genere di problemi? «Mai, io sono iscritto alla associazione Unitalsi che offre un ottimo servizio.
Qui le cose funzionano alla perfezione, a differenza di Roma».Che cosa le è rimasto di questa esperienza negativa? «Una grande amarezza.
Mi sono sentito molto discriminato.
Parlo, credo, anche a nome di tante persone che hanno il mio stesso problema»

Emanuela Zanasi