Novità e notizie

Bando di Servizio Civile Regionale/Avviso Pubblico Provinciale di Servizio Civile Regionale 2018

In data 20 aprile è stato pubblicato l'Avviso Pubblico Provinciale di Servizio Civile Regionale/Bando di Servizio Civile Regionale rivolto a tutti i giovani cittadini italiani o provenienti da altri Paesi, senza distinzione di sesso o di appartenenza culturale o religiosa, di ceto, di residenza o di cittadinanza, che alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:
• età compresa tra i 18 e i 29 anni (29 anni e 364 giorni alla data di presentazione della domanda);
• non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;
• essere residenti o domiciliati in Italia;
• per i giovani provenienti da altri Paesi essere in regola con la vigente normativa per il soggiorno dei comunitari e degli stranieri in Italia, ad esclusione dei permessi di soggiorno di durata inferiore ai 12 mesi (es.per motivi turistici e per motivi di lavoro stagionale).
N.B.
La domanda di partecipazione NON può essere presentata:
- per un progetto che coinvolga un ente presso il quale la/il giovane abbia attivato un qualsiasi rapporto di tipo lavorativo o comunque di dipendenza o collaborazione, anche non retribuito (per esempio tirocinio, stage o alternanza scuola-lavoro, ecc.) nell’anno in corso (2018) o nelle 3 precedenti annualità (1/1/15-31/12/17). Si precisa che l’esperienza di volontariato presso un ente consente la presentazione della domanda di partecipazione al SCR nello stesso ente;
- da chi abbia svolto o che alla data di pubblicazione del presente avviso stia svolgendo servizio civile nazionale/universale, ai sensi della legge 64/2001 o del D.Lgs.40/2017, oppure servizio civile regionale (SCR), ai sensi della legge regionale 20/2003 o di altra legge regionale o provinciale, oppure da chi abbia interrotto una delle predette esperienze di servizio civile prima della scadenza prevista (ad eccezione dell’interruzione per sanzione comminata all’ente).
Sarà possibile presentare UNA SOLA DOMANDA di candidatura, per UN UNICO PROGETTO DI SCR, scegliendo quello più rispondente alle attitudini personali. La presentazione di più domande comporta l ’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti negli avvisi pubblici provinciali dell'Emilia Romagna.
La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
- redatta secondo il modello riportato nell’"Allegato II” al presente avviso;
- corredata dalla scheda di cui all’“Allegato III” al presente avviso.
- accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale e per i giovani provenienti da altri Paesi dalla copia del permesso in corso di validità (oppure copia del permesso scaduto e della ricevuta postale della richiesta di rinnovo) o della carta di soggiorno, per le quali non è richiesta autenticazione;
• va indirizzata direttamente all’Ente titolare del progetto prescelto, riportato nella tabella di cui sopra, e dovrà essere ricevuta entro e non oltre le ore 14 del 21/05/2018.
La domanda deve pervenire all’ente titolare del progetto prescelto entro la scadenza del presente avviso, a pena d’esclusione, e può essere presentata esclusivamente con una delle seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) - art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 - di cui è titolare l’interessata/o, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
2) a mano;
3) a mezzo “raccomandata A/R”.
Le domande pervenute oltre il termine non saranno prese in considerazione.
La selezione dei candidati, che hanno presentato regolare domanda, sarà effettuata dall’ente che realizza il progetto prescelto come indicato di seguito:
I candidati devono presentarsi al colloquio per le selezioni secondo le date previste dal relativo calendario di convocazione pubblicato nella sezione dedicata al “servizio civile” posta sulla HOME PAGE del sito internet dell’ente e presentarsi al colloquio muniti di documento d’identità e di permesso di soggiorno con eventuale cedolino di rinnovo del permesso o di prenotazione per il rinnovo del permesso stesso.
La pubblicazione del calendario di cui sopra ha valore di notifica della convocazione e la mancata partecipazione al colloquio equivale a rinuncia al SCR e comporta l’esclusione dalla selezione per non aver completato la relativa procedura, anche se l’assenza fosse dipendente da causa di forza maggiore.
Da venerdì 20 aprile p.v. presso lo sportello informativo del Copresc sarà possibile approfondire il contenuto dei progetti, ricevere un supporto per la compilazione della domanda o verificare che la stessa sia stata compilata in modo corretto.
In allegato il testo dell'Avviso Pubblico della provincia di Modena, la modulistica per candidarsi (Allegati II e III), e la scheda del progetti.

La Sezione UICI di Modena partecipa al Bando per il Servizio Civile Regionale 2018 con il suo progetto “Per una vita indipendente dei Ciechi SCR 2017”.
Come già detto, le domande debitamente compilate (allegato II e III) dovranno essere consegnate, corredate da copia del documento d’identità e codice fiscale validi, entro le ore 14 di lunedì 21 maggio 2018 con le seguenti modalità:
- consegna a mano presso la sede di Via Don Lorenzo Milani n. 54 (previo appuntamento telefonico al 059/300012);
- per posta raccomandata con ricevuta di ritorno a:
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione Territoriale di Modena
Via Don Lorenzo Milani n. 54
41122 Modena (MO)
- via PEC al seguente indirizzo: uicmo@pcert.postecert.it

Calendario Selezioni
Le selezioni verranno effettuate, presso la Sede di Via Don Lorenzo Milani n. 54 a Modena, secondo il seguente calendario:
- giovedì 24 maggio dalle 14.30 alle 17
- venerdì 25 maggio dalle 14.30 alle 17
La pubblicazione del calendario di cui sopra ha valore di notifica della convocazione e la mancata partecipazione al colloquio equivale a rinuncia al SCR e comporta l’esclusione dalla selezione per non aver completato la relativa procedura, anche se l’assenza fosse dipendente da causa di forza maggiore.
Il Presidente
Ivan Galiotto

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.N

Promozione riservata ai soli soci UICI modena in regola con il tesseramento 2018

Caro Socio,
di seguito la promozione a te riservata per ordini effettuati entro il 4 maggio.
Le schede dei prodotti sono dispobibili al seguente link www.ausiltech.it.

ARTICOLO, LISTINO PREZZO, SCONTATO, IVA COMPRESA
IVIEW 4.3, € 350,00 (listino), € 314,42 (scontato), € 327,00 (iva compresa).
IVIEW 5, € 380,00 (listino), € 341,35 (scontato), € 355,00 (iva compresa).
IVIEW 7 HD, € 660,00 (listino), € 594,23 (scontato), € 618,00 (iva compresa).
PANGOO 5.5 HD, € 580,00 (listino), € 522,12 (scontato), € 543,00 (iva compresa).
PANGOO 8 HD, € 799,00 (listino), € 719,23 (scontato), € 748,00 (iva compresa).
PANGOO 10 HD, € 999,00(listino), € 899,04 (scontato), €935,00 (iva compresa).
MYBEEP, € 12,30 (listino), € 10,00 (scontato), € 10,40 (IVA 4%), € 12,20 (IVA 22%).
AUDIOPHONE BASE, € 515,00 (listino), € 500,00 (scontato), € 520,00 (iva compresa).
AUDIOPHONE PLUS, € 1.290,00 (listino), € 1.200,00 (scontato), € 1,248,00 (iva compresa).
MB248, € 1.200,00 (listino), € 1.076,92 (scontato), € 1.120,00 (iva compresa).
TERMOMETRO, € 25,00 (listino), € 19,23 (scontato), € 20,00 (IVA 4%), € 23,46 (IVA 22%).

Per info contattare:
AUSILTECH SRL
Via S. Carlo 10/V
40023 Castel Guelfo di Bologna
+39 0542 670499

Sperando di aver fatto cosa gradita a molti, vi auguro buona giornata.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Adeguamento dei requisiti per il pensionamento alla speranza di vita-

COMUNICATO N. 58

Care amiche, cari amici,

vi informo che l’INPS ha emanato la circolare n. 62 del 4 aprile 2018, con la quale sono riportati, in sintesi, i requisiti di accesso al pensionamento, adeguati agli incrementi di speranza di vita, come previsto dal Decreto direttoriale del Ministero Economia e Finanze del 5 dicembre 2017.

Riferimenti normativi: Decreto direttoriale Ministero Economia e Finanze, adottato di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del 5 dicembre 2017
Riferimento amministrativo: Circolare INPS n. 62 del 4 aprile 2018

A decorrere dal prossimo 1° gennaio 2019, in attuazione di quanto disposto dal Decreto del 5 dicembre 2017, sono ulteriormente incrementati di 5 mesi i requisiti di accesso alle diverse tipologie di trattamento pensionistico (ad esempio, vecchiaia, anzianità, assegno sociale), rispetto ai limiti in vigore quest’anno.
Pertanto, nel biennio 2019-2020, per la vecchiaia saranno necessari 67 anni.
L’adeguamento della speranza di vita farà sentire i suoi effetti anche sul trattamento anticipato (ex anzianità), il cui diritto, come è noto, si raggiunge a fronte di un determinato numero di anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica. Dagli attuali 42 anni e 10 mesi per gli uomini, si salirà a 43 anni e 3 mesi, mentre le donne passeranno da 41 anni e 10 mesi a 42 anni e 3 mesi.

Nota bene: il numero di anni di contributi è da intendersi nel complessivo. I lavoratori dipendenti non vedenti potranno più agevolmente perfezionare tale requisito contributivo chiedendo di beneficiare della maggiorazione figurativa loro riservata per legge (, rif. legge 113/1985, art. 9 comma 2, così come modificata dalla legge 232/2016, art. 1 comma 209, e legge 120/1991, art. 2).

Al par. 2 della circolare INPS n. 62/2018 leggiamo ancora che <è salva l’applicazione dell’adeguamento in parola anche in tutti gli altri casi previsti dalla legge>.
Pertanto, rientrano in questi “altri casi previsti dalla legge” anche i trattamenti pensionistici di vecchiaia per non vedenti con riduzione di età, previsti per il Comparto pubblico (Cassa Stato e Non statali- Enti Locali ed altri) e per quello privato (Gestione Lavoratori iscritti all’AGO/FPLD). Sul punto, è necessario ricordare però che il Comparto privato prevede, per i lavoratori Dipendenti non vedenti, requisiti anagrafici nettamente più bassi (50 anni per le donne e 55 anni per gli uomini, ovvero 55 anni per le donne e 60 anni per gli uomini, in concomitanza con il requisito contributivo versato dall’insorgere della cecità), rispetto ai limiti ordinamentali previsti per i colleghi non vedenti del Comparto pubblico impiego.

Allegata alla presente troverete, in copia, la circolare INPS n. 62 del 2018.

Data l’attualità della notizia, che interessa tutti coloro che intendono andare in pensione nel prossimo futuro, vi invito a recepire le indicazioni operative trasmesse in mailing list lo scorso 12 aprile, per entrare meglio in argomento.

Vive cordialità.

Mario Barbuto
Presidente Nazionale
D'ordine del Presidente Nazionale Mario Barbuto
Eugenio Saltarel
Componente Ufficio di Presidenza

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet: http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.
Documento allegato: 

Campionato Nazionale di Scopone Scientifico edizione 2018

COMUNICATO N. 62

Care amiche, cari amici,

In considerazione del successo e degli apprezzamenti manifestati per le edizioni precedenti, la nostra Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti, anche allo scopo di favorire e promuovere le relazioni dei soci e tra i soci, indìce il sedicesimo Campionato Nazionale di Scopone Scientifico.
Il Campionato è aperto a coppie di giocatori, costituite da uno o due soci della nostra Unione, ed è articolato in fasi sezionali, regionali e nazionali.
L’organizzazione delle diverse fasi è affidata rispettivamente: ai Presidenti delle Sezioni o loro delegati, ai Presidenti dei Consigli Regionali o loro delegati e a Hubert Perfler Coordinatore della Commissione Nazionale Sport Tempo Libero e Turismo sociale, coadiuvato da Giuseppe Pinto.
Alle selezioni sezionali, sono ammesse tutte le coppie che ne fanno richiesta, salvo che gli organizzatori non abbiano motivo di disporre altrimenti.
Alle gare regionali, partecipano le coppie prima e seconda classificate nelle fasi sezionali.
Alle finali nazionali, partecipano le coppie prime classificate nelle gare regionali e la coppia vincitrice del Campionato 2017, composta da Paolo Pizzuto e Luigi Raone della regione Puglia.
Per offrire a tutti i soci l’opportunità di partecipare alla sfida nazionale, i Presidenti Sezionali e Regionali hanno facoltà di iscrivere alle fasi successive del torneo le coppie di giocatori che desiderino concorrere al titolo e che, tuttavia, non trovino, nei rispettivi territori di origine, avversari con i quali misurarsi.
Le fasi sezionali e regionali dovranno concludersi, indicativamente, entro il 15 giugno e il 31 luglio 2018.
Le gare nazionali, come di consueto, si svolgeranno entro il mese di dicembre e quest'anno avranno sede in Puglia , regione vincitrice dell'ultima edizione.
Per i finalisti nazionali ed i loro accompagnatori (uno per ogni socio), le spese di viaggio saranno a carico delle sedi regionali di competenza, mentre le spese di soggiorno saranno sostenute da questa Presidenza Nazionale.
Le coppie prime tre classificate avranno in premio una coppa.
La coppia vincitrice e la regione di provenienza, avranno l’onore di ospitare senza oneri di spesa, le finali nazionali del XVII Campionato che si giocherà nel 2019.
Le gare sezionali e regionali saranno giocate secondo le regole fissate dagli organizzatori in sede locale; quel le nazionali si disputeranno secondo il regolamento, che alleghiamo in copia e al quale i finalisti dovranno attenersi senza riserve.
Chiarimenti sulle regole di gioco potranno essere richiesti ad Hubert Perfler o a Giuseppe Pinto, raggiungibili, rispettivamente, agli indirizzi

hubert_perfler@alice.it- 3486423872
g.pinto@aqp.it - 334 668 9311.

La data e il luogo di svolgimento delle finali del Campionato saranno comunicati in tempo utile.
Oltre ad augurare a tutti i partecipanti buon divertimento si invitano i Presidenti sezionali e regionali ad adoperarsi per favorire la partecipazione di tutte le regioni .

Cordiali saluti

Mario Barbuto
Presidente Nazionale

Regolamento di gioco delle finali nazionali
1. Le finali del Campionato Nazionale di Scopone Scientifico si giocano in un girone unico all’italiana semplice. Ogni coppia di sfidanti si misura, quindi, con tutte le altre, in partite senza rivincita.
2. Giudice Unico delle finali di Campionato è il Coordinatore della Commissione Nazionale Sport e Tempo Libero, Hubert Perfler, il quale è coadiuvato, e, in caso di necessità, sostituito, dal Giudice Delegato, Giuseppe Pinto.
3. Il Giudice Unico, o, eventualmente, il Giudice Delegato, vigila sulla regolarità e la correttezza delle gare, redige il calendario degli incontri, nomina i Giudici di Tavolo, tiene il conteggio dei punti, compila le classifiche intermedie e la classifica finale e proclama le coppie vincitrici del primo, del secondo e del terzo premio.
4. Il Giudice Unico, o, eventualmente, il Giudice Delegato, ha la facoltà di sospendere gli incontri che ritenga si stiano svolgendo in modo non corretto ed ha la facoltà di prendere qualunque decisione utile al regolare andamento delle gare.
5. Prima di dichiarare aperto il Campionato, il Giudice Unico, o, eventualmente, il Giudice Delegato, compila l’elenco dei Giudici di Tavolo, selezionati tra gli accompagnatori dei finalisti e gli eventuali spettatori, e comunica il calendario degli incontri.
6. I Giudici di Tavolo vigilano sulla regolarità degli incontri che sono chiamati ad arbitrare, conteggiano i punti conseguiti dalle coppie concorrenti e riportano al Giudice Unico, o, eventualmente al Giudice Delegato, il risultato con cui si chiude ciascun incontro.
7. I Giudici di Tavolo sono responsabili dei materiali di gioco, che vengono loro affidati dal Giudice Unico o, eventualmente, dal Giudice Delegato. A fine gioco, rendono gli stessi materiali al Giudice Unico o, eventualmente, al Giudice Delegato.
8. La durata delle partite dipende dal numero delle coppie presenti in gara. Se tale numero è inferiore o pari a dieci, ciascuna partita termina non appena una delle due coppie in gara raggiunge i 21 punti o, in mancanza, al 50-esimo minuto. Se il numero delle coppie finaliste è maggiore di dieci, ciascuna partita termina non appena una delle due coppie in gara raggiunge i 16 punti o, in mancanza, al 30-esimo minuto.
9. Se la partita termina con il raggiungimento dei 21 o dei 16 punti, vengono assegnati tre punti alla coppia vincente, zero punti alla coppia sconfitta. Diversamente, allo scadere del 50-esimo o del 30-esimo minuto, giocate le carte che ancora si hanno in mano, vengono assegnati tre punti alla coppia in vantaggio e zero punti a quella in svantaggio; in caso di pareggio, viene assegnato un punto a ciascuna coppia.
10. Allo scadere del 50-esimo o del 30-esimo minuto, le partite si intendono in corso, se è stata avviata la distribuzione delle carte.
11. La classifica finale è stilata sulla base dei punti totalizzati nel corso del girone. In caso di parità, si aggiudica l’ordine più favorevole la coppia che ha concluso vittoriosamente lo scontro diretto. Nel caso le coppie a pari punti siano più di due, si aggiudicano gli ordini più favorevoli le coppie che, fatta la somma dei punti conseguiti negli scontri diretti, risultano a maggior punteggio.
12. All’apertura di ogni nuovo incontro, il Giudice Unico, o, eventualmente, il Giudice Delegato, sulla base delle previsioni del calendario, chiama le coppie gareggianti a sistemarsi ad uno dei tavoli allestiti per il gioco e, ad ogni tavolo, assegna un Giudice di Tavolo.
13. Acquisisce il diritto a dare le carte chi, dei quattro giocatori in gara, alza la carta più alta per valore numerico; in caso di parità, si procede a nuova alzata.
14. Dopo aver mescolato le carte e fatto tagliare il mazzo dal giocatore alla sua sinistra, il mazziere di turno distribuisce le carte in senso antiorario, partendo dal giocatore alla sua destra. Spetta al mazziere decidere se distribuire le carte una per volta o cinque per volta. In caso di errore, procede ad una nuova distribuzione. Al terzo errore consecutivo, viene sostituito dal Giudice di Tavolo.
15. Il tempo massimo di ogni giocata è di dieci secondi. È compito dei Giudici di Tavolo vigilare sul rispetto dei tempi.
16. Si è tenuti a giocare la carta del seme e del valore dichiarati, nel tempo massimo stabilito.
17. L’ultima carta giocata vale come scopa, se raccoglie tutte quelle presenti sul tavolo.

Valeria Liberti
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Ufficio Archivio

(presente in forma digitale sul sito Internet www.uiciechi.it/documentazione)

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

"La Tazzina Rossa" 01/2018

periodico sezionale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti "Mariangela Lugli"
Sezione Territoriale di Modena.

Cari Soci ed Amici,
sono passati appena 20 giorni dalla prima uscita del nostro nuovo periodico volto ad accorciare le distanze tra la nostra sezione e il territorio che la circonda e molte cose sono accadute
Vorrei raccontarvi da dove nasce la nostra Tazzina Rossa.

Dobbiamo andare al lontano luglio 2014 dove mi chiedevo cosa potesse servire ai soci e come si potesse avvicinare la base associativa ad una sezione in forte declino e a rischio chiusura per mancanza di partecipazione e di fondi.

Con alcuni amici ci eravamo riuniti, giusto per un caffè, per cercare di pensare a come risollevare un'Associazione stanca e demotivata.

Durante le chiacchiere e i progetti che si ipotizzavano, si pensava anche alla realizzazione di un periodico che potesse entrare all'interno delle nostre abitazioni.

Un momento conviviale da poter condividere con il Presidente ed il Consiglio che in maniera simbolica potessero visitare le case di ognuno per raccontare e farsi raccontare qualsiasi cosa urgesse in quel momento.

Da qui la nostra Tazzina, che sarebbe stata offerta, come avviene abitualmente nelle nostre case quando ci si ritrova tra amici.

Rossa perchè rosso è il nostro logo e rosso è il colore che ricorda i nostri Padri Fondatori che con le loro conquiste, guadagnate con fatica, ci danno la possibilità di vivere dignitosamente oggi.

Rosso anche perchè ricorda il fuoco che deve animare l'orgoglio di partecipare a questo sodalizio che ancora oggi ci tutela nonostante tutto, nonostante i tradimenti della politica e dei ciechi italiani che per problemi interpersonali pensano di attuare la propria rivalsa smantellando l'unico basamento su cui possiamo sperare ci possa essere garantita giustizia nonostante tutto.

Quel basamento che noi amiamo chiamare squadra che se coesa può far sentire ancora oggi forte la sua voce per garantire ed guadagnare conquiste preziose per tutti e per valorizzare il ruolo della nostra Associazione che rappresenta una "trade union" tra istituzioni e associati.

Ora veniamo a quanto fatto in queste settimane.

I nostri volontari hanno presenziato in sede di visita di prima istanza per le certificazioni della cecità avvicinando chi veniva sottoposto a visita per fargli conoscere la nostra associazione e quanto porta avanti quotidianamente per la categoria.

Domenica 11 marzo abbiamo partecipato alla gita organizzata presso l'Osservatorio astronomico di Chianti Fiorentino e all'Abbazia di San Michele Arcangelo di Passignano Tavarnelle (FI).

Il clima di allegria dei 28 partecipanti ha mitigato il clima avverso tanto che sulla via del ritorno abbiamo ipotizzato altre gite che stiamo già organizzando per i prossimi mesi.

Lunedì 12 marzo, per salutare i ragazzi del servizio civile che hanno terminato il loro periodo di servizio presso la nostra sezione, abbiamo partecipato in cinque alla visita guidata, con gli amici della sezione di Reggio Emilia, alla visita guidata della mostra "da Kandinsky a Cage", sul rapporto tra astrattismo nella pittura e nella scultura e musica nel primo 900 a Palazzo Magnani all'interno della quale sono installate tre riproduzioni tridimensionali curate dalla nostra sezione, realizzate con la nostra stampante 3D.

Procede il servizio di patronato che occupa molto tempo dei nostri impiegati.

Stanno procedendo i lavori di realizzazione della sala di registrazione del nostro Centro di Produzione del Libro Parlato, grazie alla quale produrremo presto opere di primo livello che saranno inserite nel catalogo nazionale.

Stiamo cercando di intensificare i rapporti con Poste Italiane per cercare di migliorare i servizi che ci vengono offerti, i quali ad oggi risultano veramente scadenti.

Il nostro Presidente è stato intervistato da una delle riviste della nostra Sede Nazionale per quanto riguarda gli eventi realizzati in occasione della Giornata del Braille.

Stiamo organizzando, in collaborazione con un'altra associazione di volontariato, una cena sensoriale per il prossimo 25 maggio.

Abbiamo preso contatto con alcuni esercenti del centro per organizzare insieme qualcosa per la Notte Bianca di Modena.

Dal 16 al 20 marzo abbiamo svolto la nostra attività in forma ridotta dato che uno dei nostri impiegati ha richiesto un periodo di ferie.

Si è svolto, come da convocazione, il Consiglio Sezionale che ha approvato i documenti assembleari e ha convocato l'Assemblea dei Soci per il prossimo 14 aprile.

Ci ha fatto l'onore di partecipare anche un socio, il quale vuole rendersi conto di come funzioni l'associazione ed in quale maniera si stia evolvendo per garantire tutti i servizi attivati negli ultimi anni.

Un atteggiamento costruttivo che auspichiamo possa essere seguito anche da altri che vogliano apportare il proprio contributo fattivo per garantire nel tempo i servizi in essere.

Stiamo procedendo all'assunzione di una signora che si possa occupare delle pulizie della sede che prima venivano svolte in autonomia e che oggi, visto l'impegno sempre maggiore che richiede la segreteria e il venire meno dei ragazzi del Servizio Civile, non è più possibile.

Sono stati effettuati trasporti ai soci ed uno è stato seguito tramite il nostro medico legale per quanto riguarda una riqualificazione lavorativa andata a buon fine.

Continuiamo a cercare il miglior preventivo per il nostro ambulatorio oculistico e siamo in contatto con uno sponsor che ci voglia aiutare nel suo realizzo.

Abbiamo iniziato la nostra "campagna" di divulgazione ed informazione per la destinazione del 5 per 1000 sia con post sulla nostra pagina web che su facebook e con la richiesta (inviata tramite lettera di invito e di incoraggiamento rivolta a tutti i dottori commercialisti della provincia di Modena chiedendo loro di incoraggiare i clienti, se lo ritenessero opportuno, a destinare il 5 x 1000 a sostegno dei nostri progetti.

Rassicurati che anche questo anno la raccolta fondi di Pasqua sia andata bene, abbiamo pensato di donare 20 uova rimaste ad una casa di riposo nella quale risiede una anziana socia, alla quale il consiglio ha donato un registratore con cui potrà continuare l'ascolto degli audiolibri del nostro centro.

Il Consiglio crede che sia giusto ed opportuno dare un cenno di riconoscimento a chi non ha mai fatto mancare il proprio piccolo contributo ed ora si trova in difficoltà.

Chi gratuitamente dona, gratuitamente riceve.

Questo il circolo virtuoso che portiamo avanti con assoluta convinzione ogni istante del nostro operare associativo.

Non crediamo di salvare il mondo ma siamo certi che quel poco che abbiamo, in competenze e in tempo, sia giusto offrirlo a chi ne ha più bisogno sopratutto a chi si affaccia con timore ad un mondo che spesso risulta faticoso da affrontare.

Consapevole che ancora tanto c'è da fare e tanto faremo insieme vi giungano i nostri migliori auguri di una Santa Pasqua a voi e a tutte le vostre Famiglie, perchè possa essere un periodo di ristoro che ci dia la carica per proseguire lungo la Via.

Il Presidente Territoriale
Ivan Galiotto
presidente@uicimodena.it

Immagine allegata: 
Nell'immagine una tazzina rossa su piattino rosso

Auguri Pasqua 2018

Il presidente Ivan Galiotto, con tutto il Consiglio Direttivo e lo staff UICI di Modena, augura una serena Pasqua a Voi e ai Vostri cari

Immagine allegata: 
Nella foto gli auguri personalizzati dell'UICI di Modena

Convocazione, Bilancio, Relazione Assemblea 14 aprile 2018

Ciao a tutti,
in allegato i documenti assembleari che andremo a discutere il prossimo 14 aprile.
Sono anni impegnativi ma carichi di soddisfazioni.
Chiedo a tutti uno sforzo particolare a partecipare all'assemblea per condividere i punti critici su cui focalizzare l'attenzione del Consiglio.
La Dirigenza cerca un rapporto costruttivo con la base associativa, senza il quale possiamo procedere solo per intuizioni ed ipotesi che spesso non eguagliano le aspettative dei soci.
Certo che in tanti vorrete approfittare di questo momento propizio, vi aspetto per salutarvi uno ad uno.

Il Presidente Territoriale
Ivan Galiotto.

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

Campagna fiscale 2018- CAF ANMIL convenzionato- Servizi riservati ai soci Uici

COMUNICATO N.  47 .

Care amiche, cari amici,
anche quest’anno è stata rinnovata la convenzione con il CAF ANMIL S.r.l., pensata per offrire in ambito associativo una attenzione riservata ai nostri
soci.
Per il rinnovo della convenzione, il riferimento è al Prot. n. 14472/2017 del 30/11/2017
Di seguito i servizi in convenzione.
Presentazione 730, UNICO e ISEE.
La campagna fiscale 2018 prenderà avvio martedì 3 aprile. .

Soci e parenti che fanno riferimento a Sezioni Uici localmente convenzionate con l’ANMIL.

Per conoscere quali siano le Sezioni Uici convenzionate, consultare la pagina L’Unione e i Servizi convenzionati per il Patronato ed il CAF, sul nostro
sito.
www.uiciechi.it.

Come lo scorso anno, il nostro personale è pronto, già da ora, a prendere gli appuntamenti di quanti vogliano rivolgersi all’ANMIL per la presentazione
del proprio 730 o del modello UNICO. In Sezione, sarà disponibile un operatore del CAF ANMIL, che si preoccuperà di raccogliere personalmente tutta la
documentazione, dopo averla attentamente controllata.

Per calendarizzare l’appuntamento, sarà sufficiente chiamare la Sezione e prendere accordi con il personale sezionale.

In caso di difficoltà, inviare una segnalazione al nostro ufficio nazionale

lavoro@uiciechi.it

per un coordinamento con la Sezione di riferimento per fissare l'appuntamento.

Soci e parenti che fanno riferimento a Sezioni Uici NON convenzionate con l’ANMIL

Anche laddove la Sezione Uici abbia deciso di non convenzionarsi con il CAF ANMIL, ai soci Uici e loro parenti verrà riservato il medesimo tariffario,
in forza di Accordi Nazionali stipulati tra questa Presidenza Nazionale e la Direzione Generale del CAF ANMIL (Rif. prot. n. 14472/2017 cit.).

In questo caso, l’interessato potrà recarsi direttamente presso gli Uffici dell’ANMIL e presentarsi come socio dell’Unione o suo familiare. Se necessario,
le fotocopie saranno eseguite gratuitamente.

Per i recapiti delle sedi del CAF ANMIL, rivolgersi alla Sezione Uici di appartenenza non convenzionata.

Ciò in premessa, segue il tariffario per la campagna fiscale 2018 che avrà validità su tutto il territorio nazionale e riguarderà, quindi, l’intera platea
degli iscritti all’Uici.

Tabella con 2 colonne e 7 righe
Modello 730 singolo per soci Uici e parenti di I° grado* CONVIVENTI*

Euro 7,00  

Modello 730 singolo per parenti di I° grado NON CONVIVENTI

Euro 15,00  

Modello 730 congiunto per soci Uici e parenti di I° grado CONVIVENTI

Euro 14,00  

Modello 730 congiunto per parenti di I° grado NON CONVIVENTI

Euro 20,00  

Modello UNICO per soci Uici e parenti I° grado CONVIVENTI

Euro 20,00  

Modello UNICO per soci Uici e parenti I° grado NON CONVIVENTI

Euro 25,00  

ISEE

gratuito
fine tabella

*Per parenti di I° grado si intendono FIGLI e GENITORI dei soci Uici.

*Per CONVIVENTE si intende il familiare nello stesso stato di famiglia del socio Uici.

Inoltre, va precisato che:

1. per chi si rivolgerà direttamente agli Uffici del CAF ANMIL, sarà sufficiente esibire la tessera associativa in corso di validità per dimostrare di
essere soci dell’Unione;

2. i compensi sono intesi IVA inclusa e soggetti all’emissione di fattura a carico del socio e familiare Uici o di altro contribuente, che si avvale del
servizio fiscale CAF ANMIL;

3. non è prevista discrezionalità tariffaria tra le parti CAF ANMIL S.r.l. e Uici a livello provinciale.

Per evitare sovraffollamenti, chi fosse interessato è invitato a prendere un appuntamento il prima possibile.

Altri servizi del CAF ANMIL (Visure catastali, Tasse sugli immobili, etc)

Per tutte le altre pratiche nel portafoglio del CAF ANMIL, rimandiamo direttamente al tariffario ANMIL localmente definito, esposto al pubblico anche presso
le Sezioni Uici convenzionate.

Invito le strutture territoriali in indirizzo a voler dare al presente comunicato la massima diffusione.

Vive cordialità.

Mario Barbuto

Presidente Nazionale.

Questo comunicato è presente in forma digitale sul Sito Internet:
http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI

19/03/2018 - Relazione sulle attività svolte nel 2017

Relazione sulle attività svolte nel 2017

Cari Soci ed amici, come ogni anno ci ritroviamo a tirare le somme di quanto fatto nell'anno appena trascorso.
Inizio con ringraziare chi ha reso possibile quanto vado ad esporvi: i ragazzi del Servizio Civile, i volontari del gruppo degli eventi, i soci che animano le molte iniziative e gli impiegati che tengono aperta la Sezione ogni giorno.
Una squadra, un gruppo di amici che si incrementa di anno in anno e che rende sempre più interessante la nostra avventura associativa.
Di seguito alcuni degli eventi degni di nota che ci hanno impegnato lo scorso anno e sui quali sarebbe bello confrontarsi in assemblea per affinare gli sforzi quotidiani.
Come ogni anno abbiamo inviato i progetti del Servizio Civile Nazionale e Regionale agli organi competenti per l'approvazione. Il progetto inviato alla nostra Sede Nazionale, per una svista, non è stato inviato al ministero e pertanto non è stato approvato e ci troveremo senza volontari per tutto il 2018. Potete immaginare la gravità del danno per il mantenimento del livello dei servizi raggiunti e lo sforzo che dovremo affrontare per ovviare a questa mancanza di forze.
Dal mese di gennaio è stata spostata, grazie all'aiuto delle Assessore Urbelli e Ferrari, la fermata della linea 14 di fronte la nostra Sede.
Ci è stata concessa dalla Direzione Nazionale la procura per la vendita dell'appartamento di via San Faustino dell'eredità Maletti, il cui ricavato verrà utilizzato per la ristrutturazione della sede di Via Don Milani.
A seguito delle numerose lamentele in merito alla commissione di prima istanza che certifica le minorazioni visive abbiamo intrapreso un percorso di dialogo e confronto con i dirigenti ASL per sanare questi spiacevoli episodi.
Abbiamo stipulato un'ulteriore convenzione con il Tribunale di Modena per accogliere lavoratori di pubblica utilità presso la nostra Sezione che ci possano aiutare nelle piccole attività che ci impegnano quotidianamente.
Abbiamo riproposto la raccolta fondi di Pasqua e Natale, quali momenti privilegiati di promozione e sostentamento per i servizi che offriamo. Mi permetto di dire che auspico in una maggiore condivisione degli sforzi da parte di tutti. Ritengo inconcepibile che alcuni soci distribuiscano oltre 20 unità ed altri, la maggioranza, nemmeno uno. Ricordo che i risultati che raggiungiamo ogni anno sono per tutti, sia per chi si impegna per la causa comune sia per chi non lo fa, sia per chi si iscrive all'associazione, sia per chi non paga la quota da anni.
Invito tutti ad andare oltre e riscoprire il bello di dare senza riscontro a chi è meno fortunato di noi. Tante volte sono proprio questi ultimi che danno testimonianza di cosa vuole dire essere una Associazione.
Abbiamo partecipato alle varie campagne di sensibilizzazione sulle malattie visive per cercare di portare a conoscenza di tutti i benefici di una giusta prevenzione e dei danni che può evitare.
Durante tutto l'anno ha proseguito l'attività dello sportello d'ascolto, con incontri mensili, a disposizione di chiunque si approcci alla disabilità.
Non è mancata la nostra presenza alla Notte Bianca di Modena, momento importante di visibilità ed aggregazione dei soci più giovani con le offerte ludico-ricreative alla cittadinanza.
Di particolare rilievo la collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Regione Emilia Romagna per lo sviluppo dell'applicazione Borghi Viaggio Italiano che ha visto partecipare il nostro Presidente alle Terme di Diocleziano a Roma all'inaugurazione del progetto alla presenza del ministro Franceschini.
Un gruppo di soci si è incontrato il pomeriggio per condividere alcune ore in allegria giocando a showdown.
Prosegue l'allestimento e l'organizzazione delle attività sportive e la ricerca di contributi che possano permetterne la realizzazione, in particolare è stato importante quello ricevuto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Modena, che ha coperto parte delle spese sostenute per l'acquisto delle attrezzature.
L'estate ci ha visti impegnati oltre che nella registrazione delle tracce audio dell'applicazione dei borghi anche nella realizzazione di tre riproduzioni tridimensionali di quadri che sono stati inseriti nella mostra realizzata a Palazzo Magnani di Reggio Emilia su Kandinsky Cage.
In luglio abbiamo organizzato, in collaborazione con altri partners, una corsa non competitiva ai laghetti di Campogalliano.
In settembre una nostra giovane socia ha partecipato al Festival del Cinema di Venezia quale protagonista di un cortometraggio fuori concorso sulla disabilità visiva. Sempre in settembre ci siamo ritrovati con oltre un centinaio di amici di tutto il territorio per la presentazione del bastone elettronico BEL e, grazie agli amici dei Lions Club, alcuni soci lo avranno quale ausilio nella mobilità quotidiana.
Abbiamo partecipato al bando della Sede Centrale che ci garantisce, con il fondo di solidarietà, la copertura parziale delle spese della impiegata sezionale.
Dal punto di vista lavorativo sono stati inseriti alcuni non vedenti in posti da centralinista rimasti vacanti. Questi ultimi però erano tutti residenti fuori provincia. Speriamo di poter collocare presto anche nostri soci che da anni attendono di poter lavorare.
Sollecitati da alcuni soci carpigiani abbiamo iniziato un iter consultivo che ci porterà a stilare un progetto propositivo per gli organi competenti affinché possano valutare l'opportunità di installare semafori sonori in punti nevralgici e maggiormente pericolosi della città.
Abbiamo sostituito l'oculista quale medico di categoria presso la commissione di prima istanza a garanzia dei nostri associati che si presentano alla visita di riconoscimento della cecità.
In collaborazione con i Musei Civici e il Sito Unesco abbiamo partecipato alla realizzazione del percorso tattile inaugurato il 3 dicembre, in occasione della Giornata delle persone con disabilità, con la partecipazione del Sindaco Muzzarelli.
In occasione della Festività di Santa Lucia abbiamo svolto in Sezione una presentazione di ausili e dopo ci siamo ritrovati a cena presso la Polisportiva Modena Est, quale momento di raccolta fondi per il progetto dell'ambulatorio oculistico che abbiamo in cantiere di realizzare presso la nostra Sede.
Il servizio di patronato procede in maniera egregia tanto che da rendiconto della Sede Centrale l'anno passato ci ha visti primi tra le Sezioni della regione e terzi tra quelle nazionali. Per quanto riguarda il servizio del Libro Parlato attualmente sono iscritti 150 utenti per un totale di 3038 opere distribuite.
A conclusione di questo breve rendiconto su quanto abbiamo costruito insieme, voglio dare il mio benvenuto ai 45 nuovi soci che sono entrati a far parte della nostra squadra questo anno, auspicando che possano contribuire a rendere grande la nostra associazione sul territorio.
Un ottimo lavoro di squadra ci ha portato fino a qua e con il tuo contributo e un fattivo impegno da parte di tutti ci auguriamo di poter arrivare anche là dove non siamo giunti fino ad ora.
Ti aspetto in assemblea per discutere insieme cosa ancora si può fare e migliorare nei prossimi anni.
Con stima.
Viva L'Unione, viva la Sezione Territoriale di Modena

Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto

UICI Modena - Relazione sulle attività svolte nel 2017

Cari Soci ed amici, come ogni anno ci ritroviamo a tirare le somme di quanto fatto nell'anno appena trascorso.
Inizio con ringraziare chi ha reso possibile quanto vado ad esporvi: i ragazzi del Servizio Civile, i volontari del gruppo degli eventi, i soci che animano le molte iniziative e gli impiegati che tengono aperta la Sezione ogni giorno.
Una squadra, un gruppo di amici che si incrementa di anno in anno e che rende sempre più interessante la nostra avventura associativa.
Di seguito alcuni degli eventi degni di nota che ci hanno impegnato lo scorso anno e sui quali sarebbe bello confrontarsi in assemblea per affinare gli sforzi quotidiani.
Come ogni anno abbiamo inviato i progetti del Servizio Civile Nazionale e Regionale agli organi competenti per l'approvazione. Il progetto inviato alla nostra Sede Nazionale, per una svista, non è stato inviato al ministero e pertanto non è stato approvato e ci troveremo senza volontari per tutto il 2018. Potete immaginare la gravità del danno per il mantenimento del livello dei servizi raggiunti e lo sforzo che dovremo affrontare per ovviare a questa mancanza di forze.
Dal mese di gennaio è stata spostata, grazie all'aiuto delle Assessore Urbelli e Ferrari, la fermata della linea 14 di fronte la nostra Sede.
Ci è stata concessa dalla Direzione Nazionale la procura per la vendita dell'appartamento di via San Faustino dell'eredità Maletti, il cui ricavato verrà utilizzato per la ristrutturazione della sede di Via Don Milani.
A seguito delle numerose lamentele in merito alla commissione di prima istanza che certifica le minorazioni visive abbiamo intrapreso un percorso di dialogo e confronto con i dirigenti ASL per sanare questi spiacevoli episodi.
Abbiamo stipulato un'ulteriore convenzione con il Tribunale di Modena per accogliere lavoratori di pubblica utilità presso la nostra Sezione che ci possano aiutare nelle piccole attività che ci impegnano quotidianamente.
Abbiamo riproposto la raccolta fondi di Pasqua e Natale, quali momenti privilegiati di promozione e sostentamento per i servizi che offriamo. Mi permetto di dire che auspico in una maggiore condivisione degli sforzi da parte di tutti. Ritengo inconcepibile che alcuni soci distribuiscano oltre 20 unità ed altri, la maggioranza, nemmeno uno. Ricordo che i risultati che raggiungiamo ogni anno sono per tutti, sia per chi si impegna per la causa comune sia per chi non lo fa, sia per chi si iscrive all'associazione, sia per chi non paga la quota da anni.
Invito tutti ad andare oltre e riscoprire il bello di dare senza riscontro a chi è meno fortunato di noi. Tante volte sono proprio questi ultimi che danno testimonianza di cosa vuole dire essere una Associazione.
Abbiamo partecipato alle varie campagne di sensibilizzazione sulle malattie visive per cercare di portare a conoscenza di tutti i benefici di una giusta prevenzione e dei danni che può evitare.
Durante tutto l'anno ha proseguito l'attività dello sportello d'ascolto, con incontri mensili, a disposizione di chiunque si approcci alla disabilità.
Non è mancata la nostra presenza alla Notte Bianca di Modena, momento importante di visibilità ed aggregazione dei soci più giovani con le offerte ludico-ricreative alla cittadinanza.
Di particolare rilievo la collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Regione Emilia Romagna per lo sviluppo dell'applicazione Borghi Viaggio Italiano che ha visto partecipare il nostro Presidente alle Terme di Diocleziano a Roma all'inaugurazione del progetto alla presenza del ministro Franceschini.
Un gruppo di soci si è incontrato il pomeriggio per condividere alcune ore in allegria giocando a showdown.
Prosegue l'allestimento e l'organizzazione delle attività sportive e la ricerca di contributi che possano permetterne la realizzazione, in particolare è stato importante quello ricevuto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Modena, che ha coperto parte delle spese sostenute per l'acquisto delle attrezzature.
L'estate ci ha visti impegnati oltre che nella registrazione delle tracce audio dell'applicazione dei borghi anche nella realizzazione di tre riproduzioni tridimensionali di quadri che sono stati inseriti nella mostra realizzata a Palazzo Magnani di Reggio Emilia su Kandinsky Cage.
In luglio abbiamo organizzato, in collaborazione con altri partners, una corsa non competitiva ai laghetti di Campogalliano.
In settembre una nostra giovane socia ha partecipato al Festival del Cinema di Venezia quale protagonista di un cortometraggio fuori concorso sulla disabilità visiva. Sempre in settembre ci siamo ritrovati con oltre un centinaio di amici di tutto il territorio per la presentazione del bastone elettronico BEL e, grazie agli amici dei Lions Club, alcuni soci lo avranno quale ausilio nella mobilità quotidiana.
Abbiamo partecipato al bando della Sede Centrale che ci garantisce, con il fondo di solidarietà, la copertura parziale delle spese della impiegata sezionale.
Dal punto di vista lavorativo sono stati inseriti alcuni non vedenti in posti da centralinista rimasti vacanti. Questi ultimi però erano tutti residenti fuori provincia. Speriamo di poter collocare presto anche nostri soci che da anni attendono di poter lavorare.
Sollecitati da alcuni soci carpigiani abbiamo iniziato un iter consultivo che ci porterà a stilare un progetto propositivo per gli organi competenti affinché possano valutare l'opportunità di installare semafori sonori in punti nevralgici e maggiormente pericolosi della città.
Abbiamo sostituito l'oculista quale medico di categoria presso la commissione di prima istanza a garanzia dei nostri associati che si presentano alla visita di riconoscimento della cecità.
In collaborazione con i Musei Civici e il Sito Unesco abbiamo partecipato alla realizzazione del percorso tattile inaugurato il 3 dicembre, in occasione della Giornata delle persone con disabilità, con la partecipazione del Sindaco Muzzarelli.
In occasione della Festività di Santa Lucia abbiamo svolto in Sezione una presentazione di ausili e dopo ci siamo ritrovati a cena presso la Polisportiva Modena Est, quale momento di raccolta fondi per il progetto dell'ambulatorio oculistico che abbiamo in cantiere di realizzare presso la nostra Sede.
Il servizio di patronato procede in maniera egregia tanto che da rendiconto della Sede Centrale l'anno passato ci ha visti primi tra le Sezioni della regione e terzi tra quelle nazionali. Per quanto riguarda il servizio del Libro Parlato attualmente sono iscritti 150 utenti per un totale di 3038 opere distribuite.
A conclusione di questo breve rendiconto su quanto abbiamo costruito insieme, voglio dare il mio benvenuto ai 45 nuovi soci che sono entrati a far parte della nostra squadra questo anno, auspicando che possano contribuire a rendere grande la nostra associazione sul territorio.
Un ottimo lavoro di squadra ci ha portato fino a qua e con il tuo contributo e un fattivo impegno da parte di tutti ci auguriamo di poter arrivare anche là dove non siamo giunti fino ad ora.
Ti aspetto in assemblea per discutere insieme cosa ancora si può fare e migliorare nei prossimi anni.
Con stima.
Viva L'Unione, viva la Sezione Territoriale di Modena

Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.

Pagine

Abbonamento a Novità e notizie