UICI Modena - Relazione sulle attività svolte nel 2017

Cari Soci ed amici, come ogni anno ci ritroviamo a tirare le somme di quanto fatto nell'anno appena trascorso.
Inizio con ringraziare chi ha reso possibile quanto vado ad esporvi: i ragazzi del Servizio Civile, i volontari del gruppo degli eventi, i soci che animano le molte iniziative e gli impiegati che tengono aperta la Sezione ogni giorno.
Una squadra, un gruppo di amici che si incrementa di anno in anno e che rende sempre più interessante la nostra avventura associativa.
Di seguito alcuni degli eventi degni di nota che ci hanno impegnato lo scorso anno e sui quali sarebbe bello confrontarsi in assemblea per affinare gli sforzi quotidiani.
Come ogni anno abbiamo inviato i progetti del Servizio Civile Nazionale e Regionale agli organi competenti per l'approvazione. Il progetto inviato alla nostra Sede Nazionale, per una svista, non è stato inviato al ministero e pertanto non è stato approvato e ci troveremo senza volontari per tutto il 2018. Potete immaginare la gravità del danno per il mantenimento del livello dei servizi raggiunti e lo sforzo che dovremo affrontare per ovviare a questa mancanza di forze.
Dal mese di gennaio è stata spostata, grazie all'aiuto delle Assessore Urbelli e Ferrari, la fermata della linea 14 di fronte la nostra Sede.
Ci è stata concessa dalla Direzione Nazionale la procura per la vendita dell'appartamento di via San Faustino dell'eredità Maletti, il cui ricavato verrà utilizzato per la ristrutturazione della sede di Via Don Milani.
A seguito delle numerose lamentele in merito alla commissione di prima istanza che certifica le minorazioni visive abbiamo intrapreso un percorso di dialogo e confronto con i dirigenti ASL per sanare questi spiacevoli episodi.
Abbiamo stipulato un'ulteriore convenzione con il Tribunale di Modena per accogliere lavoratori di pubblica utilità presso la nostra Sezione che ci possano aiutare nelle piccole attività che ci impegnano quotidianamente.
Abbiamo riproposto la raccolta fondi di Pasqua e Natale, quali momenti privilegiati di promozione e sostentamento per i servizi che offriamo. Mi permetto di dire che auspico in una maggiore condivisione degli sforzi da parte di tutti. Ritengo inconcepibile che alcuni soci distribuiscano oltre 20 unità ed altri, la maggioranza, nemmeno uno. Ricordo che i risultati che raggiungiamo ogni anno sono per tutti, sia per chi si impegna per la causa comune sia per chi non lo fa, sia per chi si iscrive all'associazione, sia per chi non paga la quota da anni.
Invito tutti ad andare oltre e riscoprire il bello di dare senza riscontro a chi è meno fortunato di noi. Tante volte sono proprio questi ultimi che danno testimonianza di cosa vuole dire essere una Associazione.
Abbiamo partecipato alle varie campagne di sensibilizzazione sulle malattie visive per cercare di portare a conoscenza di tutti i benefici di una giusta prevenzione e dei danni che può evitare.
Durante tutto l'anno ha proseguito l'attività dello sportello d'ascolto, con incontri mensili, a disposizione di chiunque si approcci alla disabilità.
Non è mancata la nostra presenza alla Notte Bianca di Modena, momento importante di visibilità ed aggregazione dei soci più giovani con le offerte ludico-ricreative alla cittadinanza.
Di particolare rilievo la collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Regione Emilia Romagna per lo sviluppo dell'applicazione Borghi Viaggio Italiano che ha visto partecipare il nostro Presidente alle Terme di Diocleziano a Roma all'inaugurazione del progetto alla presenza del ministro Franceschini.
Un gruppo di soci si è incontrato il pomeriggio per condividere alcune ore in allegria giocando a showdown.
Prosegue l'allestimento e l'organizzazione delle attività sportive e la ricerca di contributi che possano permetterne la realizzazione, in particolare è stato importante quello ricevuto dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Modena, che ha coperto parte delle spese sostenute per l'acquisto delle attrezzature.
L'estate ci ha visti impegnati oltre che nella registrazione delle tracce audio dell'applicazione dei borghi anche nella realizzazione di tre riproduzioni tridimensionali di quadri che sono stati inseriti nella mostra realizzata a Palazzo Magnani di Reggio Emilia su Kandinsky Cage.
In luglio abbiamo organizzato, in collaborazione con altri partners, una corsa non competitiva ai laghetti di Campogalliano.
In settembre una nostra giovane socia ha partecipato al Festival del Cinema di Venezia quale protagonista di un cortometraggio fuori concorso sulla disabilità visiva. Sempre in settembre ci siamo ritrovati con oltre un centinaio di amici di tutto il territorio per la presentazione del bastone elettronico BEL e, grazie agli amici dei Lions Club, alcuni soci lo avranno quale ausilio nella mobilità quotidiana.
Abbiamo partecipato al bando della Sede Centrale che ci garantisce, con il fondo di solidarietà, la copertura parziale delle spese della impiegata sezionale.
Dal punto di vista lavorativo sono stati inseriti alcuni non vedenti in posti da centralinista rimasti vacanti. Questi ultimi però erano tutti residenti fuori provincia. Speriamo di poter collocare presto anche nostri soci che da anni attendono di poter lavorare.
Sollecitati da alcuni soci carpigiani abbiamo iniziato un iter consultivo che ci porterà a stilare un progetto propositivo per gli organi competenti affinché possano valutare l'opportunità di installare semafori sonori in punti nevralgici e maggiormente pericolosi della città.
Abbiamo sostituito l'oculista quale medico di categoria presso la commissione di prima istanza a garanzia dei nostri associati che si presentano alla visita di riconoscimento della cecità.
In collaborazione con i Musei Civici e il Sito Unesco abbiamo partecipato alla realizzazione del percorso tattile inaugurato il 3 dicembre, in occasione della Giornata delle persone con disabilità, con la partecipazione del Sindaco Muzzarelli.
In occasione della Festività di Santa Lucia abbiamo svolto in Sezione una presentazione di ausili e dopo ci siamo ritrovati a cena presso la Polisportiva Modena Est, quale momento di raccolta fondi per il progetto dell'ambulatorio oculistico che abbiamo in cantiere di realizzare presso la nostra Sede.
Il servizio di patronato procede in maniera egregia tanto che da rendiconto della Sede Centrale l'anno passato ci ha visti primi tra le Sezioni della regione e terzi tra quelle nazionali. Per quanto riguarda il servizio del Libro Parlato attualmente sono iscritti 150 utenti per un totale di 3038 opere distribuite.
A conclusione di questo breve rendiconto su quanto abbiamo costruito insieme, voglio dare il mio benvenuto ai 45 nuovi soci che sono entrati a far parte della nostra squadra questo anno, auspicando che possano contribuire a rendere grande la nostra associazione sul territorio.
Un ottimo lavoro di squadra ci ha portato fino a qua e con il tuo contributo e un fattivo impegno da parte di tutti ci auguriamo di poter arrivare anche là dove non siamo giunti fino ad ora.
Ti aspetto in assemblea per discutere insieme cosa ancora si può fare e migliorare nei prossimi anni.
Con stima.
Viva L'Unione, viva la Sezione Territoriale di Modena

Il Presidente Territoriale
Dott. Ivan Galiotto

Immagine allegata: 
Nell'immagine il logo dell'UICI.